ICO

PHOTOCHAIN: exchange fotografico basato su blockchain

Oggi vi parliamo della ICO Photochain che, come lascia intuire il nome, è destinata agli amanti della fotografia. Il progetto infatti, ha come obiettivo di rivoluzionare i “mercati fotografici”, dove gli utenti possono vendere le proprie foto o acquistare quelle degli altri.

Photochain vuole creare una piattaforma decentralizzata basata sulla blockchain per gli stock fotografici. Per chi non lo sapesse, uno stock fotografico è un mercato, anzi un vero e proprio exchange, in cui è possibile vendere le proprie foto o acquistare foto originali in vari formati, dimensioni e tanto altro. Sfruttando la blockchain, Photochain offrirà nuovi meccanismi di retribuzione ai venditori, condizioni più eque per i diritti d’autore, tariffe più basse ed un pieno controllo del prezzo e del tipo di licenza da parte del fotografo.

Photochain

Vediamo meglio come funziona e la fase di ICO.

Come funziona Photochain

La piattaforma di Photochain è costituita da un database decentralizzato a cui sarà possibile accedere tramite web app o da mobile. E’ già disponibile una prima demo della piattaforma, visitabile al seguente link: CLICCA QUI.

Su tale database verrano caricate le foto, collegate agli autori in maniera permanente sfruttando gli Smart Contracts e dunque la blockchain di Ethereum. In questo modo verranno garantito il copyright sulle proprie foto.

La piattaforma permetterà la compra-vendita delle foto e, a differenza di altri servizi similari centralizzati, su Photochain il fotografo potrà scegliere il prezzo per le proprie foto ed il tipo di licenza d’uso. Il sistema sarà completamente serverless e distribuito, grazie al concetto di applicazione distribuita (DApps). In questo modo, oltre a garantire il concetto di trustless generato dalla blockchain, offre la massima sicurezza e trasparenza.

Photochain

 

Il sistema dunque funziona così:

  1. il fotografo carica le proprie foto nella piattaforma distribuita IPFS (database distribuito);
  2. sceglie prezzo e tipo di licenza, oltre ad altri dettagli;
  3. Photochain lega perennemente la foto all’autore, sfruttando uno Smart Contract;
  4. l’acquirente compra la foto e paga in token ERC20 Photochain (PHT);
  5. i token vengono dunque assegnati all’autore della foto, che potrà scambiarli sugli exchange in altre valute.

Un sistema semplice e funzionale, altamente innovativo e competitivo rispetto ai classici stock fotografici centralizzati, visto che offre prezzi più contenuti per gli acquirenti e numerosi vantaggi per i fotografi. Per esempio, i pagamenti avvengono ogni volta che qualcuno compra una foto, mentre nelle piattaforme attuali spesso vengono effettuati con cadenza mensile.

Inoltre, sulle classiche piattaforme non si ha a che fare con un sistema decentralizzato, dunque è necessario aver fiducia nel fornitore del servizio e rispettare le clausole – spesso stringenti per il copyright – ed i prezzi imposti da tali sistemi.

ICO, token PHT e distribuzione

La fase di ICO di Photchain è partita lo scorso 5 Aprile e terminerà il prossimo 30 Giugno. Saranno resi disponibili ben 180 milioni di token PHT durate la ICO, ad un prezzo di 0.12 dollari con differenti livelli di sconto in base al periodo di acquisto. Al momento infatti, è possibile usufruire di uno sconto del 30%, che porta il prezzo a 0.084 dollari per PHT.

L’hard cap è fissato a 15 milioni di dollari. In totale, saranno generati 230 milioni di token PHT, di cui 180 milioni (circa il 79%) saranno resi disponibili alla vendita.

Photochain

Il restante 19% dei token, saranno destinati alle partnership, agli advisor ed al team, che deterrà l’11% dei token. Quest’ultimi saranno utilizzati per lo sviluppo del progetto.

I token PHT sono di tipo ERC-20, basati dunque sulla blockchain di Ethereum. Proprio per questo motivo, potrete archiviarli sul vostro wallet MyEtherWallet Eidoo. Posso essere considerati degli utility token.

Sito web, whitepaper e Telegram

Per ulteriori dettagli vi rimandiamo al sito web del progetto. Qui troverete ulteriori informazioni del progetto ed il whitepaper completo. Infine, per ulteriori domande e dubbi vi rimandiamo anche al gruppo Telegram ufficiale.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

Salvatore Scorsone

Nato a Palermo nel '98. Studente di Ingegneria Informatica al Politecnico di Torino, da sempre appassionato di arte, tecnologia e di start-up. Da anni seguo il mondo delle criptovalute e del Bitcoin in particolare.

Related Posts

Rispondi