ICO

StopTheFakes: ICO per l’anticontraffazione e il copiright su blockchain

StopTheFakes (qui il loro sito web) nasce come piattaforma antipirateria e anti plagio ideata per premiare le persone che segnalano violazioni con la criptovaluta proprietaria della piattaforma (monete STF). Stop The Fakes offre anche un programma di affiliazione per premiare le persone che portano nuovi investitori al programma.

stopthefakes perdite

La Motion Picture Association of America ha riferito che l’industria cinematografica statunitense è in perdita di oltre 58 milioni di dollari ogni anno a causa della pirateria. Ma il cinema non è l’unico settore colpito ovviamente. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, fino al 60% delle droghe farmaceutiche sono contraffatte. L’industria farmaceutica contraffatta è stimata in circa 200 miliardi di dollari all’anno. Purtroppo secondo alcuni studi la pirateria e le perdite indotte dalla contraffazione continueranno a crescere a livello mondiale fino a 2,81 miliardi di dollari entro il 2022.

La piattaforma Stop the Fakes

stopthefakes funzionamento

La piattaforma permetterà di inviare premi a chiunque fornisca prove di quando e dove la pirateria o altri tipi di violazioni dei diritti di proprietà intellettuale si siano verificati. La logica dietro il sistema è che il pagamento di una piccola somma di denaro per localizzare rapidamente i trasgressori avrà un costo molto inferiore rispetto all’ingente perdita di entrate dovute a prodotti piratati.

I proprietari di proprietà intelletuali, ovvero i “richiedenti”, inviano richieste che specificano come e dove ritengono che il loro IP possa essere violato e quali prove stanno cercando. Una rete di “doers” seleziona le richieste per indagare e cercare le infrazioni IP. Una volta scovati essi invieranno al sistema le prove attraverso l’app android oppure da sito web desktop. Esiste già una versione di prova del sistema che potete provare sul browser a questo indirizzo. Il sistema sarà in grado di filtrare gli input errati ed effettuerà altre elaborazioni statistiche. Secondo quanto dichiarato, gli autori resterebbero anonimi per tutti tranne che per la piattaforma stessa.

Molte tecnologie interessanti vengono utilizzate in questo progetto. Geo-tracking dei report di infrazione, big-data e machine-learning per rilevare il clustering e le tendenze delle infrazioni segnalate.

StopTheFakes: il team

stopthefakes team

Stop The Fakes è stato fondato dall’avvocato russo e esperto di sicurezza informatica Mikhail Krzhanovsky. Quest’ultimo è stato un ex dipendente del governo federale russo. Inoltre, secondo il suo profilo LinkedIn, è stato sia uno specialista della sicurezza delle informazioni per il servizio fiscale federale russo che direttore della sicurezza per la supervisione fiscale e di bilancio. Anche il resto del team, dai dirigenti agli sviluppatori, sembra essere basato in Russia o in ex-paesi quali la Repubblica Ceca e la Lettonia.

StopTheFakes: la distribuzione dei token

stopthefakes token

Un Ethereum corrisponde a circa 520 STF e si prevedono acquisti minimi di 0,1 ETH (o 0,01 BTC). Come potete vedere dall’immagine soprastante mancano circa 14 giorni alla conclusione della vendita promozionale dei token che potete acquistare facilmente a questo indirizzo. Inoltre le persone che reclutano nuovi investitori ricevono una commissione del 3% su tutti i fondi investiti dalle reclute dirette.

Il giudizio espresso dalla nota piattaforma di valutazioni delle ICO, Icobench è assolutamente positivo con un ottimo voto di 4.4/5.

stopthefakes icobench

Per maggiori informazioni vi rimando al whitepaper ufficiale.

Vi lascio con due brevi video che fanno un riassunto delle funzionalità della piattaforma e delle funzioni dell’app mobile.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

Michele Porta

Ingegnere informatico. Da sempre appassionato di tecnologia, hardware e software. Sono entrato nel mondo delle criptovalute negli ultimi anni imparando a fare trading e studiando gli aspetti tecnologici e implementativi delle principali cryptocoin sul mercato. Spero in un futuro privo di contanti e basato sulla sicurezza garantita dalla blockchain.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi