Bitcoin News

Lightning Network: nemmeno un mese di beta ma già decine di Apps e Wallet disponibili

Lo scorso 15 Marzo è partito il beta testing ufficiale della rete Lightning Network, l’evoluzione del second Layer di Bitcoin che dovrebbe rendere la criptovaluta davvero utilizzabile dalle masse nella vita quotidiana. Per approfondire il funzionamento di Lightning Network, vi rimandiamo al nostro articolo inerente.

Il beta testing, nonostante qualche picciolo problemino dovuto ad un attacco DDoS, sta proseguendo molto bene, così bene che sono già decine le applicazioni che sfruttano la Mainnet di Lightning Network, fra cui i primi wallet, sia mobile che desktop. Vediamo dunque insieme quali sono.

Eclair Wallet: primo mobile wallet Lightning Network ready

Nella giornata di ieri ha debuttato la prima release del mobile wallet Eclair in grado di connettersi sia al classico network di Bitcoin che alla rete Lightning Network. Al momento è disponibile solo per device Android e lo potete reperire al seguente indirizzo: CLICCA QUI.

Lightning Netowork Eclair

Il software è basato su Eclair ed integra tutte le funzionalità necessarie per interagire con Lightning Network. Eclair inoltre, sta anche lavorando a Lightning Conductor, un’applicazione che permetterebbe agli utenti di convertire i saldi dei canali di pagamento in Bitcoin senza chiudere i canali definitivamente.

Lightning Labs: prosegue la beta del wallet desktop LN

Un altro wallet, questa volta desktop, è stato sviluppato e reso disponibile in beta testing già da alcune settimane dal team di Lightning Labs. Attualmente, il wallet e in fase avanzata di beta testing ed il team sta procedendo con lo sviluppo. Potete accedere al repository al seguente link: CLICCA QUI.

Inoltre, al team di sviluppo si sono unti anche gli sviluppatori di ZAP, un altro wallet particolarmente user friendly pronto a diventare Lightning Network ready.

Tanti progressi in poche settimane

Nelle poche settimane di test, gli sviluppatori hanno introdotto decine di App Lightning Network, non solo wallet ma anche applicazioni destinate a sfruttare le funzionalità dei canali di pagamento. Tra di esse, troviamo lnd, eclair, c-lightning e lit, basate sui linguaggi di programmazione Go, C, Scala e Java.

Fra i tanti sviluppatori, Nadav Ivgi si è particolarmente impegnato, in quanto è la mente alle spalle delle sette nuove applicazioni presentate durante la “LApps Week” da Blockstream. L’azienda, specializzata nello sviluppo su blockchain, ha presentato diversi progetti, fra cui un’estensione di Lightning Charge, una soluzione di elaborazione dei pagamenti basata su c-lightning, l’implementazione del protocollo LN nel linguaggio di programmazione C realizzata da Blockstream.

Tra le altre LApps, troviamo poi anche nanotip, un tipbot che offre a creatori di contenuti un’alternativa LN ai tradizionali tipbot bitcoin. Complementare al WooCommerce Lightning Gateway, uno dei primi LApp di Blockstream, troviamo anche Lightning Publisher, un plug-in aggiuntivo di WordPress che offre agli editori la possibilità di guadagnare senza pubblicità. Con tale plugin, i siti web potranno addebitare ai loro lettori il costo di un abbonamento per accedere ai contenuti, pagabile attraverso i canali di pagamento LN. Allo stesso modo, FileBazaar consente ai creatori di contenuti di monetizzare i propri dati e file – siano essi immagini, video o altri documenti – con un mercato online LN che offre l’accesso pay-per-view a tali contenuti.

Tra le soluzioni destinate agli e-commerce invece, troviamo il plug-in Nanopos, costruito sul Lightning Network Daemon (lnd) e su Strike. C’è poi Bitrefill, un’applicazione che consente di ricaricare la carta prepagata del proprio telefono sfruttando Lightning Network. Troviamo anche CoinMall, un mercato online di prodotti digitali basato su LN. Infine, c’è anche 1ML, un motore di ricerca costruito per tenere traccia di nodi, applicazioni e altri aspetti dell’ecosistema LN.

Questo è solo un breve elenco delle prime applicazioni LN in fase di test. C’è molto interesse da parte della community e siamo solo all’inizio, visto che il sistema in beta testing da meno di un mese. Vedremo dunque nei prossimi mesi quante LApps verranno rese disponibili. Potrebbe aprirsi una nuova era per il “vecchio” Bitcoin.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[ VIA ]

Marco Picchi

Ingegnere Elettronico, da anni appassionato di hardware, IoT e reti. Ho scoperto Bitcoin nel 2012 per poi buttarmi sul mining casalingo l'anno successivo. Ad oggi seguo con interesse lo sviluppo di tecnologia Blockchain.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi