Wiki

Il market-cap è la miglior metrica per valutare una criptovaluta?

Quando si tratta di classificare le criptovalute, la capitalizzazione di mercato è stato il metodo principale da quando le altcoin sono apparse per la prima volta verso il 2011. Questo metodo è stato principalmente diffuso da CoinMarketCap, che è rapidamente diventato il fornitore leader di dati sul mercato delle cripto. Ma il market-cap è veramente il metodo migliore per classificare le criptovalute? Scopriamolo insieme!

Market-cap: la classifica è corretta?

market-cap ranking

Oggi esiste un’ampia varietà di siti o app per l’analisi dei mercati delle criptovalute. La maggior parte di essi però utilizza ancora la capitalizzazione di mercato come principale fattore di classificazione. Tuttavia, molti esperti concordano sul fatto che questo non è il modo migliore per classificare le criptovalute in quanto questa metrica può essere fuorviante. Inoltre non determina al meglio il valore vero di una criptovaluta.

La capitalizzazione di mercato viene spesso indicata come il valore di una criptovaluta. Ad esempio, potrete leggere che bitcoin vale attualmente circa 125 miliardi di dollari. Quel numero è calcolato dal numero di bitcoin in circolazione moltiplicato per il prezzo della stessa moneta. Questa metrica proviene originariamente dal mercato azionario, dove viene utilizzata come misura per valutare il valore delle società quotate in borsa. Tuttavia, nel mercato della criptovaluta, il market-cap come misura del valore ha i suoi limiti.

La capitalizzazione di mercato può essere facilmente manipolata come sottolineato dal ricercatore Mustafa Al-Bassam, della University College di Londra. Mustafa ha sottolineato che il prezzo e la capitalizzazione di mercato possono essere facilmente manipolati dalle negoziazioni fuori mercato. Inoltre sarebbero una metrica di valore scadente per valutare le criptovalute.

Anche secondo Nvidia se si dovesse creare un altcoin con un numero totale di token di un trilione e poi vendere ogni coin ad un altro ente per un dollaro, si otterrà la più grande criptovaluta del mercato. Essa avrebbe una capitalizzazione di mercato di 1 trilione di dollari. La capitalizzazione di mercato, quindi, crea un falso senso del valore per le criptovalute.

Quale parametro di ranking utilizzare allora?

Inflazione market-cap

Tutto ciò è particolarmente evidente per quelle monete che sono ancora detenute dal team fondatore, come evidenziato da Zach Herbert, vicepresidente delle operazioni di Sia, una piattaforma di archiviazione decentralizzata.

Herbert sostiene che i calcoli della capitalizzazione di mercato non dovrebbero essere effettuati utilizzando la fornitura di token circolanti. Essi dovrebbero invece incorporare l’offerta totale di token. Il market-cap nel mercato azionario comprende le azioni in circolazione e quelle detenute dalla società. Se ciò si applicasse ai mercati della criptovaluta, le valutazioni delle capitalizzazioni di mercato diminuirebbero sostanzialmente.

Herbert sottolinea inoltre che l’inflazione gioca un ruolo fondamentale nella valutazione patrimoniale in quanto detta in parte il valore futuro dei token. I token con tassi di inflazione bassi conservano o aumentano il loro valore nel tempo mentre quelli con alti tassi di inflazione dovrebbero vedere il loro valore diminuire nel tempo.

“Nel mondo dei token, abbiamo il vantaggio dei tassi di inflazione codificati. Questo ci consente di stimare l’inflazione nel tempo per la maggior parte dei token e stimare la capitalizzazione futura. Tuttavia, i siti e gli exchange non trasmettono correttamente queste informazioni agli investitori. Inoltre la maggior parte degli investitori probabilmente non ne tiene conto nelle proprie valutazioni “

Per combattere questo problema e valutare meglio i futuri valori di criptovaluta, Herbert sostiene che i siti e gli exchange dovrebbero aggiungere un fattore di inflazione calcolato come segue:

Fattore di inflazione = (immissione di token nei prossimi 5 anni) / (offerta totale attuale) * 100% .

Questa metrica mostra l’aumento percentuale dell’offerta di token circolanti di una moneta.

Quali altre metriche potrebbero essere utilizzate?

market-cap metriche

L’integrazione dell’offerta totale di token nel calcolo della capitalizzazione di mercato e l’aggiunta dell’inflazione dei token, fornirebbe agli investitori una visione migliore del valore corrente e futuro di una criptovaluta. Tuttavia, ci sono anche altre metriche che dovrebbero essere prese in considerazione e che possono offrire una visione più approfondita del rendimento di una criptovaluta.

Secondo gli utenti a cui è stato posto il quesito il livello di decentramento, il numero e il tasso di crescita dei partecipanti attivi / nodi partecipanti e l’attività degli sviluppatori sono i fondamenti che devono essere esaminati.

Ragnar Lifthrasir, CEO di velox.RE, una società di blockchain, ha dichiarato che vorrebbe vedere metriche quali:  “anti-fragilità, resistenza alla censura, qualità/quantità della community degli sviluppatori, perdite totali da exploit software  e usabilità per la persona media”.

Questi sono probabilmente aspetti molto importanti per valutare appieno un progetto. Raramente però sono presi in considerazione dai fornitori di analisi in ambito cripto che classificano solo in base al market-cap.

Per voi, invece, quali sono i parametri e le metriche più importanti su cui un buon progetto in ambito cripto/blockchain dovrebbe essere valutato e di conseguenza classificato? Fatecelo sapere con un commento qui sotto oppure sui nostri gruppi social!

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Michele Porta

Ingegnere informatico. Da sempre appassionato di tecnologia, hardware e software. Sono entrato nel mondo delle criptovalute negli ultimi anni imparando a fare trading e studiando gli aspetti tecnologici e implementativi delle principali cryptocoin sul mercato. Spero in un futuro privo di contanti e basato sulla sicurezza garantita dalla blockchain.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi