ASIC Ethereum Mining

Bitmain Antminer E3: ecco l’atteso ASIC per minare Ethereum

Nelle ultime ore, Bitmain ha pubblicato sul proprio sito web e sul proprio account Twitter un nuovo ASIC. Questa volta però, si tratta di un ASIC destinato ad Ethereum. Il modello è il Bitmain Antiminer E3 e vanta specifiche mediocri ma un prezzo interessante. Dopo la caduta dell’algoritmo di mining CryptoNight agli ASIC di Baikal, Bitmain e Dragon Miner, tocca ora ad Ethereum.

Vediamo dunque prezzi, hashrate e dettagli.

Bitmain Antiminer E3: 180 MH/s e TDP di 800 Watt ad 800 dollari

Hashrate di 180 MH/s per un consumo di corrente di 800 Watt. Sono questi i due numeri. Niente di eccezionale, visto che un hashrate del genere può facilmente essere raggiunto sfruttando sei schede video Rx 580 oppure quattro Vega 56 ottimizzate. Anche i consumi non sono troppo contenuti, quasi paragonabili a quelli di un rig di mining con hashrate equivalente.

Il punto di forza però, è il prezzo, visto che si parla di soli 800 dollari per il primo batch. La disponibilità del Bitmain Antminer E3 è prevista per la fine di giugno 2018. Dunque c’è ancora tempo per minare sfruttando le classiche schede video. Per tutti i dettagli vi rimandiamo alla pagina web del prodotto.


UPDATE 07/04/2018: a seguito delle elevate richieste, Bitmain ha deciso di portare il prezzo del secondo batch di ASIC Ethereum Bitmain Antminer E3 da 800 a 1800 Dollari.

Bitmain

Rimangono sconosciute invece le specifiche tecniche, anche se il sistema dovrebbe essere costituito da tre schede madri, su ciascuna delle quali sono installati sei chip dedicati al PoW. Ogni chip dovrebbe colmare il vincolo della memory hard function di Ethash sfruttando ben 32 chip di memoria DDR3 da 1 Gbit l’uno.

Ethash

L’algoritmo di mining Ethash, come lascia intuire il nome, nasce come funzione per eseguire il Proof of Work della blockchain di Ethereum. Questo algoritmo mischia due funzioni standard di crittografia, ovvero lo SHA-3 ed il Keccak. La resistenza agli ASIC dovrebbe essere garantita dalla natura memory hard dell’algoritmo, visto l’utilizzo di un data set pseudo casuale inizializzato in base alla lunghezza della blockchain, dunque variabile. Tale data set viene chiamato DAG (grafo aciclico diretto) e viene rigenerato ogni 30-mila blocchi (circa 5 giorni). Per ulteriori dettagli sugli algoritmi di mining vi rimandiamo al nostro approfondimento.

Un assaggio in attesa del Bitmain Antiminer F3?

Alcuni rumors avevano già anticipato tempo fa l’arrivo di ASIC per Ethereum da parte di Bitmain, fra cui anche un fantomatico Antminer F3, in grado di superare i 220 MH/s ma con consumi inferiori. Non sappiamo quando tale prodotto verrà annunciato, ma presumibilmente occorrerà attendere la fine della primavera o l’inizio dell’estate.

Tuttavia, pare che la community di Ethreum stia valutando di eseguire un fork, così da mettere KO eventuali ASIC Ethash con un nuovo algoritmo di PoW. Vedremo come si evolverà la situazione, dato che anche altre monete, fra cui Monero, hanno deciso di eseguire un fork per eliminare gli ASIC dal network.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

Marco Picchi

Ingegnere Elettronico, da anni appassionato di hardware, IoT e reti. Ho scoperto Bitcoin nel 2012 per poi buttarmi sul mining casalingo l'anno successivo. Ad oggi seguo con interesse lo sviluppo di tecnologia Blockchain.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi