ICO

BitRewards: i programmi di fidelizzazione clienti cambieranno per sempre

I negozi di tutto il mondo spendono ogni anno 20 miliardi di dollari per attrarre e mantenere i potenziali clienti. Attualmente l’80% dei clienti di un qualsiasi negozio sono iscritti a un programma fedeltà, ma la gente è stanca di avere decine di carte differenti, o di ricordarsi come funziona ogni singolo programma.

I programmi di fidelizzazione, e i loro problemi

La maggior parte di questo denaro viene speso esclusivamente per sostenere i programmi di fidelizzazione dei clienti attraverso l’uso di vari schemi di incentivi e altri mezzi simili. Tuttavia, gran parte di questi programmi di fidelizzazione è colma di lacune che rendono estremamente difficile per i clienti ottenere benefici effettivi (con conseguente aumento dell’insoddisfazione).

Al giorno d’oggi sono tre i principali punti chiave che spingono un potenziale cliente a non aderire o addirittura ad abbandonare un programma di fidelizzazione:

  1. Inattività dell’account, o dimenticanza della famosa “carta punti”.
  2. Bassa fiducia nel programma, spesso causata dall’inefficienza dei prodotti offerti.
  3. Convinzione psicologica che si tratti spesso di una “presa in giro“.

Tutti questi problemi possono essere causati da diversi fattori: l’esperienza utente scadente e le gravi complicazioni in fase di registrazione mediante un sofisticato sistema burocratico possono comportante la perdita di potenziali clienti.

Inoltre queste regole di partecipazione complesse vanno ad aumentare il costo effettivo del servizio clienti. La fidelizzazione dei clienti è un problema non da poco, in quanto è un fatto noto che è più economico conservare un vecchio cliente che attrarne uno nuovo.

La soluzione: BitRewards

BitRewards risolve tutti questi problemi con un sistema di fidelizzazione integrato, premiando i clienti direttamente con BIT, un token ERC20. Si tratta di una “blockchain loyalty platform“, progettata per aiutare i rivenditori a premiare i propri clienti in modo efficiente e semplificato.

bitrewards

Ciò che rende questa piattaforma eccezionale è il fatto che utilizza un sistema di incentivo che consente agli utenti di “riscattare i loro punti fedeltà” acquistando qualcosa, oppure conservare in un wallet i propri token BIT. Questi token sono la vera e propria “valuta interna”, che verrà utilizzata per tutte le operazioni dentro la piattaforma.

Come funziona?

Il meccanismo è molto semplice e intuitivo. I rivenditori si collegano al sistema di BitRewards installando l’estensione GIFTD già pronta, o integrandola nel proprio sistema di fidelizzazione. Ricevono dunque il software gratuitamente.

Il modulo integrato esegue tutta l’elaborazione di token che viene richiesta mediante la piattaforma, tutto ciò è quindi automatizzato. Il valore del token BIT è determinato dal fatto che inizialmente ne verrano lasciati solamente due miliardi, inoltre molti clienti decideranno di conservarli, anziché riscattarli per gli acquisti più piccoli.

In questo modo potranno accedere ad oggetti di più elevato valore e, mentre i token verrano conservati, acquisiranno valore. Inoltre questo meccanismo garantisce anche una certa stabilità al token, che di sicuro non contraddistingue la maggior parte delle criptovalute, e che potrà essere molto utile in futuro grazie ad altre applicazioni.

Acquisto di un oggetto e token in cambio: un esempio pratico

Un qualsiasi cliente effettua l’acquisto in un negozio online, che è collegato al modulo BitRewards e vede il premio che può guadagnare per ogni articolo che acquista nel negozio.

bitrewards

Possono poi registrarsi mediante l’utilizzo dei più comuni social network o tramite email.

bitrewards

Dopo aver completato l’acquisto, il cliente vede accreditarsi i corrispettivi BIT sul proprio account.

bitrewards

Mediante il sito web del negozio, il cliente può effettuare l’accesso al proprio wallet.

bitrewards

Ogni utente registrato al sistema di fidelizzazione BitRewards riceve automaticamente questo wallet Eth con un unico indirizzo. Ovviamente comprende la disponibilità di effettuare lo “storage” di altri token ERC20.

bitrewards

Se richiesto, i token possono essere inviati a qualsiasi wallet Eth.

bitrewards

Viene infine mostrato un messaggio di conferma dell’avvenuto trasferimento di BIT, e viene inviata una mail all’utente se ha provveduto a fornirne una.

Maggiori informazioni posso essere reperite direttamente all’interno del White Paper che è presente sul sito web ufficiale in questo link.

Riscattare i token BitRewards per comprare qualcosa: un esempio pratico.

Anche i token BIT sono facili da riscattare. Uno smart contract si occupa di gestire il rapporto tra il negozio e il cliente. Quest’ultimo decide di fare un acquisto utilizzando i suoi BIT. Lo smart contract tratterrà i BIT del cliente fino a quando non verrà ricevuto l’intero pagamento in valuta fiat al negozio.

Una volta che verrà completato il pagamento, trasferirà i BIT. Se il pagamento non andrà a buon fine entro un certo periodo di tempo prestabilito, i BIT torneranno al cliente e il negozio verrà informato di questo evento.

Il wallet con i BIT si integra perfettamente nel negozio online del commerciante e i clienti possono scegliere la quantità di BIT che desiderano riscattare per i propri acquisti.

bitrewards

Il wallet è facilmente accessibile dal sito web di un qualsiasi commerciante o negozio.

bitrewards

La tecnologia

Grazie alla diffusione della blockchain nell’era moderna, le industrie legate ai programmi di fidelizzazione sono destinate a una svolta. Gli smart contracts e le criptovalute sono “il motore e il carburante necessari a spingere la blockchain all’interno di questo ambito.
Ethereum, per quanto riguarda BitRewards consente di implementare un’elegante soluzione tecnica.

bitrewards

Questo video mostra in maniera molto semplice come funziona il meccanismo alla base di BitRewards:

I dettagli della ICO

In totale verranno creati 2 miliardi di token. Al di fuori di questo numero, 1.280.000.000 saranno resi disponibili durante i periodi di vendita.

La “public pre-sale” è attualmente in corso e si concluderà il 31 marzo 2018. Analogamente, il crowdsale inizierà il 1 ° aprile e terminerà il 30 dello stesso mese.

Lo schema per la distribuzione dei token è stato pensato in questo modo:

abitrewards

Il team

Alex Egorov è l’amministratore delegato e fondatore di BitRewards. È stato nel settore della finanza digitale per oltre 15 anni ed è stato in precedenza Vicepresidente della National Reserve Bank (Mosca, Russia).

Allo stesso modo, Alexander Nevidimov è il CTO dell’azienda. Ha oltre 12 anni di esperienza nello sviluppo backend, e la sua precedente esperienza lavorativa include lo sviluppo di 50btc.com ed è stato inoltre CTO di GIFTD per 4 anni.

Infine, Vitalij Makarenko è il COO del progetto. Secondo la sua pagina professionale su LinkedIn, ha “una vasta esperienza nella gestione e nella vendita di processi aziendali”. Ha lavorato su vari progetti industriali strategici per una vasta gamma di aziende.

Potete visionare tutto il team al completo con le relative descrizioni direttamente sul sito web ufficiale www.bitrewards.network.

Conclusioni

BitRewards è un progetto molto interessante e tocca temi che fino ad ora non sono stati molto trattati. Ancora una volta la soluzione blockchain dimostra cosa è possibile fare con la sua adozione e resta da vedere se verranno mantenuti tutti gli impegni che hanno preso.

Ottime inoltre anche le recensioni sui principali siti web che valutano le ICO:

bitrewards

Per ulteriori informazioni vi rimandiamo al sito web ufficiale e al gruppo telegram dovete potere reperire informazioni di qualsiasi genere.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

1xbit

Stefano Cavalli

Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi