ICO

ORS: progetto italiano per connettere intelligenza artificiale e blockchain

Molte dei progetti ed ICO di cui vi parliamo, spesso sono semplici startup o gruppi di persone che hanno deciso di avventurarsi in questo settore per passione e per provare a sviluppare una propria idea. Oggi invece vi parliamo di un progetto italiano che, a differenza di tante altre ICO, nasce da una realtà ben solida e strutturata. Stiamo parlando di ORS, un progetto che inizierà a breve la fase di ICO e che getta le proprie radici nell’omonima azienda ORS Group, con sede a Cuneo. 

Vediamo insieme gli obbiettivi del progetto e come funziona.

ORS: cos’è e come funziona

Come detto in apertura, ORS Group è un’azienda solida e ben attiva nel settore dell’analisi dei dati sfruttando meccanismi di Machine Learning e di Intelligenza Artificiale. L’azienda vanta un team composto da un centinaio di persone ed opera in tale settore da vent’anni. Lo scopo è fornire alle aziende strumenti per ottimizzare il business e l’intera catena lavorativa/commerciale, partendo dalla produzione per arrivare sino alla vendita. Tali soluzioni presentano già integrazioni con i principali software utilizzati in ambito industriale ed automatizzano le operazioni di programmazione della produzione o delle catene di fornitura globali, rendendo le attività più efficienti.

L’obbiettivo del nuovo progetto ORS dunque, è di estendere l’integrazione degli algoritmi di IA sviluppati nel corso degli anni, alla tecnologia blockchain. In questo modo sarà possibile sfruttarne tutte le potenzialità nel settore aziendale. Tali algoritmi potranno perciò agire ed operare sui dati contenuti nelle blockchain, così da ottimizzare i flussi lavorativi, economici e relativi alle informazioni aziendali delle imprese. Sarà possibile ad esempio, lasciar scegliere al sistema quando vendere i prodotti o quando rifornire i magazzini, valutando i prezzi e le disponibilità dei prodotti condivisi sulle blockchain o utilizzando altre fonti.

ORS

Questo scenario dunque, renderà possibile eseguire operazioni off-chain sui dati conservati nella blockchain sfruttando appositi algoritmi. Quest’ultimi non necessariamente dovranno essere sviluppati da ORS, ma da chiunque ne abbia le competenze. Il collante tra la blockchain e gli algoritmi di IA sono gli Hyper Smart Contracts, una soluzione proprietaria sviluppata da ORS che approfondiremo a breve.

ORS quindi, offrirà un potente strumento alle aziende “del futuro” che si occuperà di analizzare i dati disponibili sulle blockchain e provenienti da varie fonti per massimizzare i guadagni, i flussi di lavoro e la produzione.

HyperSmart Contracts: l’Intelligenza Artificiale incontra la Blockchain

Il punto chiave del progetto ORS sono, come abbiamo visto nel precedente paragrafo, gli Hypersmart Contracts (HSC). Sono una soluzione proprietaria sviluppata dal team di ORS ed hanno la funzione di connettere l’intelligenza artificiale alla blockchain. Tramite gli HSC sarà possibile accedere ai dati salvati sulle blockchain ed eseguire operazioni complesse di analisi in maniera off-chain.

Gli HSC potranno sfruttare algoritmi sviluppati direttamente da ORS oppure da enti privati, così da rendere la piattaforma aperta ed accessibile al maggior numero di sviluppatori. In questo modo per esempio, uno sviluppatore potrà creare il proprio algoritmo per la gestione di una determinata operazione aziendale, incorporarlo in un HSC e venderlo sulla piattaforma di ORS. Ed è qui che entra in gioco il token di ORS – ORST –, in quanto sulla piattaforma che permetterà la compravendita degli HSC, dei dati, servizi ed altre opportunità, verranno utilizzati i token ORST per effettuare pagamenti.

ORS

Tale piattaforma, chiamata dall’azienda RAMS 4.0, sarà resa disponibile all’inizio del 2019 ed l’evoluzione di un sistema proprietario già utilizzato da ORS per i propri servizi ed Algoritmi di Intelligenza Artificiale, Analisi dei Dati e di Machine Learning.

ORS

Infine, vi lasciamo un breve video illustrativo inerente agli Hyper Smart Contracts.

Eidoo e l’ORS Crypto-Robo-Advisor

Uno dei primi esempi di Hyper Smart Contract è sicuramente il Crypto-Robo-Advisor, che verrà integrato nel wallet Eidoo. Tale HSC sfrutta l’Intelligenza Artificiale e gli altri algoritmi integrati nel contratto per analizzare l’andamento dei prezzi delle criptovalute. Così facendo, l’HSC consentirà all’utente di vendere ed acquistare criptovalute automaticamente nel momento più idoneo, senza rischiare di commettere errori. Il sistema sfrutterà l’exchange di Eidoo, ormai prossimo al debutto.

ORS

Tale sistema potrebbe rivelarsi molto utile ai piccoli traders che hanno intenzione di entrare in questo mondo senza però possedere le necessarie conoscenze. Il sistema, probabilmente utilizzerà i principali indicatori del mercato per determinare in maniera tempestiva un’opportuna decisione. Il tutto avverrà in real-time 24 ore su 24, un’operazione difficilmente possibile ai piccoli trader privati. Di seguito trovate un video esemplificativo del sistema, nato da una collaborazione tra le due realtà.

Team e Roadmap

Il team di ORS è costituito quasi esclusivamente da italiani. Ovviamente non mancano membri internazionali, visto che l’azienda ha anche alcune filiali in America ed in Europa. All’interno del team troviamo un gran numero di sviluppatori, alcuni dei quali con precedenti esperienze nello sviluppo sulla blockchain di Ethereum. Il fondatore del progetto è il Professor Pierluigi Riva, esperto di Intelligenza Artificiale, Machine Learning e di Analisi dei Dati, nonché fondatore di ORS. Il presidente, invece, è Fabio Zoffi.

ORS

Passando alla Roadmap, possiamo vedere che il debutto degli Hyper Smart Contract è atteso per il prossimo autunno, più precisamente ad Ottobre. La piattaforma completa, invece, sarà resa disponibile il prossimo Gennaio 2019.

ORS

 

ICO, token ORST e distribuzione

I token ORST saranno venduti in fase di ICO a partire dal prossimo 28 Aprile ad un prezzo di 0.05 Euro. Saranno resi disponibili ben 300 milioni di token durate la ICO.

Tuttavia, se siete interessanti al progetto, è ancora in corso un RC (Reservation Contract), con cui potrete ottenere i token ORST con un bonus del 10% sulla quantità acquistata. L’RC terminerà il prossimo 31 Marzo e per tutti i dettagli vi rimandiamo al gruppo Telegram dedicato. Inoltre, chi parteciperà utilizzando il proprio wallet Eidoo correttamente attivato, otterrà un ulteriore 5% di bonus sull’acquisto. Per poter partecipare alla ICO ed all’RC dovrete obbligatoriamente completare la verifica della vostra identità (KYC) sul sito ICOEngine.

ORS

Il progetto ha già raccolto 10 milioni di Euro durante la fase di pre-ICO, avvenuta lo scorso Gennaio. Il soft-cap è di 5 milioni di euro ed è già stato raggiunto, mentre l’hard cap è pari a 25 milioni di euro. In totale, saranno generati poco più di 833.3 milioni di token ORS, di cui 500 milioni (circa il 60%) saranno resi disponibili alla vendita. I token invenduti verranno distrutti.

Infine, i token rimanenti all’azienda, circa il 40%, verranno utilizzati in questo modo:

  • il 65% verrà destinato allo sviluppo ed al testing degli Hyper Smart Contracts, del MarketPlace e della piattaforma;
  • il 15% verrà utilizzato per aspetti legali;
  • un altro 15% sarà utilizzato per il marketing;
  • mentre il 5% per investimenti generici.

ORS

Infine, i token ORST sono di tipo ERC-20, basati dunque sulla blockchain di Ethereum grazie alla tecnologia Smart Contracts. Proprio per questo motivo, potrete archiviarli sul vostro wallet MyEtherWallet o, come indicato prima, Eidoo. Visto il tipo di applicazione, i token ORS sono a tutti gli effetti degli utility token.

Sito web, whitepaper e Telegram

Per ulteriori dettagli vi rimandiamo al sito web del progetto. Qui troverete ulteriori informazioni del progetto ed il whitepaper completo. Infine, per ulteriori domande e dubbi vi rimandiamo anche al gruppo Telegram ufficiale italiano.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

Marco Picchi

Ingegnere Elettronico, da anni appassionato di hardware, IoT e reti. Ho scoperto Bitcoin nel 2012 per poi buttarmi sul mining casalingo l'anno successivo. Ad oggi seguo con interesse lo sviluppo di tecnologia Blockchain.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi