ICO

VinChain (VIN): tutte le informazioni della tua auto arrivano sulla blockchain!

Pochi giorni fa vi abbiamo illustrato le principali applicazioni della tecnologia blockchain nel settore industriale. Oggi vediamo un’altra ICO che ci propone l’uso della blockchain per archiviare tutte le informazioni relative agli autoveicoli, in maniera tale da renderle usufruibili liberamente da potenziali acquirenti/venditori di seconda e terza mano. Il progetto, che si chiama VinChain, mira dunque a creare un database mondiale di informazioni sui veicoli usati, trasparente al 100%, affidabile e accessibile a tutti.

I possessori delle automobili potranno arricchire la storia del proprio veicolo inserendo tutte le informazioni ad esse relative: tagliandi, revisioni, manutenzioni, imprevisti e tanto altro. In questo modo, oltre ad aver un registro di tutte le operazioni eseguite, potranno anche sensibilmente aumentare il valore della propria auto durante la vendita. Ma il sistema permette anche di effettuare altre operazioni. Vediamo dunque come funziona VinChain ed a cosa serve il token VIN.

VinChain: cos’è e come funziona

Il mondo degli autoveicoli ad oggi presente qualche problema per quanto riguarda la veridicità dei dati. Infatti, tutte le informazioni su un veicolo possono essere facilmente falsificate, come ad esempio il chilometraggio, eventuali incidenti, quanti proprietari l’auto ha avuto, la storia del veicolo e tanto altro ancora. Dunque chi acquista un auto usata può letteralmente venir “truffato”, in quanto non saprà mai cosa ha vissuto veramente l’auto che andrà ad acquistare.

Non solo chi compra, ma anche chi vende potrebbe avere ritorsioni a causa della poca lealtà dei venditori concorrenti. Già da tempo esistono banche dati che offrono servizi simili ma quasi tutte sono molto restie al condividere le informazioni con altri utenti.

VinChain vuole creare un database mondiale decentralizzato e trasparente contenente tutte le informazioni sui veicoli. Tale database sarà basato sulla blockchain, così da essere immutabile, distribuito, affidabile ed accessibile a tutti.

Tutte le informazioni verrano raccolte dai registri nazionali, dalle compagnie di assicurazione e leasing, dai diversi servizi in partnership e dai registri privati. Inoltre, le informazioni potranno venir raccolte anche direttamente dal veicolo sfruttando un apposito sistema di monitoraggio in tempo reale da collegare alla centralina della propria auto. Il sistema è poi completamente open, in modo tale che chiunque possa unirsi alla rete e trarne vantaggio.

Infine, coloro che sfrutteranno la piattaforma, potranno usufruire di sconti sulle polizze assicurative, sui pedaggi e su servizi di noleggio auto. Ma c’è di più, in quanto i dati generati dalla propria auto o inseriti nel registro del veicolo, permetteranno agli utenti di guadagnare token VIN. Tali dati saranno utilizzati da VinChain per le proprie API, che a loro volta verrano utilizzate dalle aziende per effettuare analisi di mercato e data mining. Permetteranno poi di aggiornare la storia del veicolo e di creare report periodici sull’utilizzo del veicolo.

Token VIN

Il token VIN servirà all’interno della piattaforma VinChain per retribuire gli utenti possessori dei veicoli che condivideranno i loro dati. Inoltre, serviranno anche per acquistare servizi a prezzi scontati presso gli enti che parteciperanno al progetto. Le aziende che utilizzeranno le API per effettuare analisi sui dati pagheranno in token VIN, favorendone dunque il ricircolo all’interno del network. VinChain

Di seguito trovate un breve video sul funzionamento del progetto. Trovate tutti i dettagli sul sito web.

Distribuzione dei token e team

In totale saranno disponibili un massimo di un miliardo di token circa, di cui 600 milioni disponibili alla vendita. Essi saranno distribuiti in questo modo:

  • 600 milioni verrano venduti durante la fase di vendita;
  • 87.5 milioni saranno utilizzati per proseguire con lo sviluppo del progetto ed eventuali partnership;
  • 250 milioni rimarranno ai fondatori ed al team del progetto con un vincolo di 2 anni;
  • 12.5 milioni sono destinati ai primissimi investitori;
  • 50 milioni saranno distribuiti agli Advisor.

Il team di VinChain può contare su diversi esperti nel settore della tecnologia blockchain e nello sviluppo software, alcuni dei quali precedentemente impegnati nel settore degli autotrasporti o come ricercatori universitari. Il CEO è Alex Miles, mentre il cofondatore è Andrei Kranik, fondatore anche di una società di trasporti.

VinChain

Per ulteriori informazioni, vi rimandiamo al WhitePaper. Vi lasciamo inoltre un breve video del progetto.

Fase di ICO e roadmap

La roadmap di VinChain prevede la fine della fase di ICO il prossimo 15 Aprile, salvo raggiungimento anticipato dell’hardcap. Successivamente, i token saranno distribuiti agli acquirenti e a maggio 2018 partirà l’alpha testing della piattaforma. Nella seconda parte dell’anno invece, verrà rilasciata l’applicazione finale dell’App mobile e tutte le API per eventuali integrazioni con altri sistemi.

Passando alla ICO, la vendita dei token è iniziata lo scorso primo febbraio 2018 e proseguirà fino al 15 Aprile. Al momento è già stato abbondantemente superato il soft-cap. Per procedere all’acquisto, vi rimandiamo alla pagina web ufficiale.

Al momento potrete ancora usufruire del 25% di bonus. Il prezzo dei token è fissato ad 1 ETH per 20000 VIN più eventuali bonus. Essendo token di tipologia ERC-20, possono essere depositati su wallet Ethereum quali MyEthereWallet e MetaMask.

Infine, vi lasciamo il link al gruppo Telegram ufficiale, reperibile al seguente link.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

1xbit

Marco Picchi

Ingegnere Elettronico, da anni appassionato di hardware, IoT e reti. Ho scoperto Bitcoin nel 2012 per poi buttarmi sul mining casalingo l'anno successivo. Ad oggi seguo con interesse lo sviluppo di tecnologia Blockchain.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi