Wiki

Come leggere un White Paper capendo la veridicità di un progetto

Cryptocurrency White Papers 101

Se sei interessato al mondo della blockchain come investitore, imprenditore o sviluppatore, una cosa in cui sicuramente ti imbatterai sono i white papers. Ogni settimana c’è un nuovo white paper per una nuova criptovaluta con tecnologia basata su blockchain. Reclamerà sicuramente nuove “invenzioni” che “rivoluzioneranno” il settore.

Inoltre, molti dei principali progetti, come Bitcoin ed Ethereum, sono iniziati con i white papers. Di conseguenza, sono diventati noti come parte essenziale della creazione di un nuovo progetto. Investitori, uomini d’affari e sviluppatori si aspettano di vedere un documento che spiega quale sia il problema e il progetto che lo risolve, scendendo nei dettagli del “come lo risolve”.

Imparare a leggere un white paper è un compito fondamentale per chiunque sia coinvolto nel mondo delle criptovalute. Ma come sanno la maggior parte degli investitori e degli osservatori del settore, ci sono parecchie truffe in giro.

Inoltre, molti progetti suonano bene, con le parole corrette e il marketing giusti, ma non sono supportati e si spengono rapidamente. In questo articolo, daremo un’occhiata a come individuare un buon white paper che presenti una valida idea e vedremo anche qualche trucco tecnico per verificare la veridicità delle informazioni presenti all’interno.

white paper

Introduzione al White Paper

I white paper sono documenti che descrivono e spiegano uno “use case” per un prodotto o  per un servizio. Mentre la maggior parte degli investitori pensa che siano solamente dedicati alla blockchain e al mondo delle criptovalute, in realtà hanno una lunga storia nella tecnologia e più in generale nel business.

Inoltre non si limitano alla spiegazione delle applicazioni tecniche e in realtà non esistono regole per ciò che costituisce un white paper. Chiunque può pubblicarne uno. Al giorno d’oggi sono entrati nel marketing come un documento che tratta la spiegazione di un problema e della sua soluzione.

I white papers non hanno alcuna revisione e nessuna limitazione. È utile pensarli come “rapporti” o persino “documenti di idee”. Il termine letteralmente tradotto “carta bianca” ha sviluppato attorno ad esso un ideale che ne segnala la “competenza tecnica”.

Solo perché si chiama “white paper” non significa che sia speciale o diverso da qualsiasi altro documento di marketing. Pertanto, sarebbe saggio non credere sempre a ciò che si legge e mettere costantemente in discussione qualsiasi white paper che si incontra. Questo non vuol dire che siano tutti spazzatura.

Ad esempio, la visione originale di Satoshi per il protocollo Bitcoin si presenta sotto forma di un white paper. La prossima idea che rivoluzionerà l’economia mondiale, avrà sicuramente un white paper. Tuttavia, prestiamo molta attenzione. Criptovalute e progetti inutili possono avere un ottimo white paper.

white paper

Ci sono un paio di domande chiave da farsi per determinare la legittimità di un white paper:

1. Cosa fa il progetto?

La prima domanda dovrebbe essere abbastanza semplice, ma molto spesso i white paper sono complicati. La combinazione di parole particolari, gergo tecnico e nomi inventati che si trovano nel tipico white paper sono spesso difficili da decifrare.

Se non sei sicuro di ciò che fa il progetto, ci sono due probabili spiegazioni:

  • Il progetto è così avanzato che avrai bisogno di più conoscenze prima di comprenderlo;
  • il progetto in realtà non fa nulla.

In entrambi i casi, probabilmente non dovresti investirci niente. Non importa ciò che gli altri dicono o cosa stai leggendo su Twitter, Reddit o sui forum, se non capisci un progetto, non investirci mai.

2. Come funziona?

Dopo aver scoperto quale progetto si intende realizzare, la domanda successiva è “come” lo realizzeranno.

Bigbit

white paper

Un buon white paper dovrebbe spiegare come funzionerà la tecnologia che descrive, e i migliori white paper lo fanno con vari livelli di complessità e conoscenze tecniche. È qui che spicca il white paper originale di Bitcoin.

È tra quelli più leggibili e comprensibili mai scritti. Inoltre, non è molto lungo, al contrario di alcuni white paper moderni che sembrano infiniti. Se non l’hai mai letto, il white paper Bitcoin è un ottimo punto di partenza. Ti fornirà una buona base di riferimento per scriverne uno o per analizzare quelli presenti sul mercato.

Dopo averne letto uno, se non riesci a capire quale problema risolve il progetto e come funziona, allora chi lo ha scritto ha fatto un pessimo lavoro. In effetti, un white paper ben articolato e chiaro è segno di un progetto ben pensato. D’altra parte, è vero anche il contrario.

Per quale motivo ci serve questo progetto?

Potremmo costruire un progetto basato su blockchain e specializzato in un sistema di antincendio subacqueo, ma la gente ne avrebbe davvero bisogno? Ovviamente no, è un progetto ridicolo. Ma solleva una questione molto importante.

È fondamentale esaminare il progetto nel contesto del mondo reale. Chi utilizzerà effettivamente questo prodotto e perché questa soluzione è migliore di qualsiasi altra attualmente? Se il white paper fornisce una risposta solida a chi ha bisogno di questo progetto e perché ne ha bisogno, allora è una buona idea.

Tuttavia, prima di investire il tuo tempo o il tuo denaro nel progetto, fai qualche ricerca per vedere se qualcun altro sta già facendo la stessa cosa, magari in maniera migliore. Ci sono centinaia di progetti basati su blockchain nel mondo e forse esiste già un progetto simile.

white paper

Perché idearlo “basato su blockchain”?

Non tutti i progetti devono necessariamente essere costruiti sull’idea della blockchain.

Attualmente Internet è uno strumento potente e molte delle ICOs che stiamo vedendo si realizzano solamente come web app. Inoltre, molte aziende stanno cercando di far entrare nella loro istituzione la parola “blockchain” per ottenere maggiori vantaggi.

Detto questo, non c’è niente di sbagliato nel lanciare una società con una ICO per il modello di raccolta fondi. Tuttavia, molte start-up cercano di vendere la loro azienda come un nuovo utilizzo della tecnologia blockchain, quando è solo un normale business.

I migliori white paper saranno onesti sul perché la loro soluzione abbia bisogno della blockchain. Molti progetti ammettono liberamente che useranno solo la blockchain per la generazione di token e per una gestione intelligente dei “contracts”.

Ma se una startup afferma di avere un’idea nuova per gli autolavaggi basata su blockchain, ridiamoci sopra.

white paper

Segui il tuo istinto

Naturalmente, dovrai anche fare attenzione anche ai membri del team, all’allocazione dei token e ad altre informazioni chiave contenute nel white paper. Abbiamo visto esempi di aziende che plagiano o falsificano i loro white paper, quindi fai sempre alcuni controlli e ricerche di background.

Non bisogna mai prendere per vero tutto ciò che si trova all’interno di un white paper. In definitiva, leggere un white paper significa sapere cosa cercare e quindi fidarsi del proprio istinto. I white paper provengono da aziende che non hanno ancora lanciato nulla, quindi ci sono sicuramente molte incognite.

Se decidi di investire in un progetto, segui una solida filosofia di investimento e non buttare via più di quanto puoi permetterti di perdere. Anche se ti semberà miglior white paper non significa che quel progetto avrà successo, ma un pessimo white paper ti può dare molte più garanzie sul fallimento.

“This article is originally posted at Coincentral.com

[VIA]

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

 

Stefano Cavalli

Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi