News

Binance offre 250 mila dollari a chi fornirà informazioni sugli hacker

Come saprete lo scorso 7 Marzo la piattaforma di trading Binance è stata attaccata da un gruppo di hacker. L’attacco in realtà non era diretto contro la piattaforma ma riguardava alcuni bot usati dai trader.

Il popolarissimo exchange ha dovuto sospendere momentaneamente i withdrawals a causa del verificarsi di attività illecite. Come vi abbiamo spiegato nell’articolo dedicato, è successo che uno (o più) bot usati dagli utenti (e correttamente abilitati da loro stessi) per fare trading automatico su conti binance sia stato bucato da hacker esperti (o comunque aveva delle backdoor).

Hackerando il BOT i cybercriminali hanno deciso di far comprare simultaneamente a tutti quelli che usavano quel bot la moneta VIA. Il valore di VIA è schizzato alle stelle e i cybercriminali che avevano precedentemente acquistato VIA, hanno rivenduto, incassando. Gli hacker infatti hanno piazzato regolarmente ordini di vendita a prezzi altissimi su Viacoin (che infatti ha avuto  un pump clamoroso).

Secondo Changpeng Zhao, il CEO di Binance, gli hacker avrebbero utilizzato un sito di phishing per ottenere i dati d’accesso degli utenti, reindirizzandoli poi al sito originale. E’ anche possibile che la 2FA sia stata aggirata grazie alle API compromesse.

L’exchange è però riuscito ad annullare le transazioni malevole restituendo il maltolto… ma non si accontenta.

Binance mette una “taglia” sulle teste degli hacker

binance

Con un post su Medium la società dice che per garantire la sicurezza intende prevenire questi tentativi di hacking prima che si verifichino. Hanno quindi deciso di offrire una ricompensa pari a 250mila dollari in Binance Coin (valuta interna di Binance) a chiunque fornisca informazioni che possano portare all’arresto degli hacker coinvolti.

“Per garantire la sicurezza della comunità delle criptovalute, non possiamo semplicemente difenderci. Dobbiamo prevenire in maniera attiva qualsiasi tentativo di hacking. Nonostante l’attacco informatico del 7 marzo ai danni di Binance non abbia avuto successo, si è chiaramente trattato di un tentativo ben organizzato e su larga scala”

Le informazioni vanno fornite a bounty@binance.com e alle proprie forze dell’ordine locali inoltre se le leggi locali lo consentono, è possibile rimanere anonimi. Se più persone contribuiranno con informazioni utili la taglia sarà suddivisa tra di esse e le modalità di ripartizione saranno a discrezione di Binance stessa.

Binance ha inoltre stanziato l’equivalente di 10 milioni di dollari in criptovalute per futuri premi contro qualsiasi tentativo illegale di hackin. L’exchange ha anche invitato le altre piattaforme di trading a seguire la stessa strada.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

1xbit

Matteo Gatti

Ingegnere informatico appassionato di tecnologia e di tutto ciò che vi ruota attorno. Seguo con interesse il mondo delle criptovalute e lo sviluppo della tecnologia Blockchain. Scrivo anche di Linux su LFFL.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi