Bitcoin News

Nuovo crollo del mercato, bitcoin e altcoin a picco. Cosa accadrà ora?

Una seconda parte di settimana veramente nera per le criptovalute. Dopo i positivi movimenti delle scorse settimane, la quotazione di bitcoin e quella delle altre altcoin è letteralmente andata a picco nel giro di poche ore.

Di fatto possiamo parlare di un nuovo crollo del mercato e le ragioni sono molteplici. Cerchiamo di sviscerarle insieme per poi provare a capire cosa accadrà ora.

Binance

bitcoin chart

Sicuramente i problemi segnalati da alcuni utenti di Binance hanno aiutato a diffondere il panico.

Il popolarissimo exchange ha dovuto sospendere momentaneamente i withdrawals a causa del verificarsi di attività illecite. Come vi abbiamo spiegato nell’articolo dedicato, è successo che uno (o più) bot usati dagli utenti (e correttamente abilitati da loro stessi) per fare trading automatico su conti binance sia stato bucato da hacker esperti (o comunque aveva delle backdoor).

Hackerando il BOT i cybercriminali hanno deciso di far comprare simultaneamente a tutti quelli che usavano quel bot la moneta VIA che è schizzata alle stelle e infine i cybercriminali che avevano acquistato VIA anticipatamente, hanno rivenduto, incassando. Gli hacker infatti hanno piazzato regolarmente ordini di vendita a prezzi altissimi su Viacoin (che infatti ha avuto  un pump clamoroso).

Secondo Changpeng Zhao, il CEO di Binance, gli hacker avrebbero utilizzato un sito di phishing per ottenere i dati d’accesso degli utenti, reindirizzandoli poi al sito originale.

ceo di binance bitcoin

La situazione poi è rientrata come confermato dallo stesso CEO di Binance. Ha dichiarato che tutti i fondi sono stati restituiti e le transazioni malevole annullate. Durante il diffondersi della notizia lo scorso 7 Marzo il valore di BTC è calato di ben 1000$.

Le dichiarazioni della SEC

Un’altra grossa motivazione che ha portato al crollo di BTC riguarda sicuramente le ultime dichiarazioni della SEC, Securities and Exchange Commission statunitense, in merito alla regolamentazione delle criptovalute.

L’autorità di controllo americana ha dichiarato quanto segue:

se una piattaforma offre il trading di asset digitali e opera come un exchange, secondo quanto definito dalle leggi federali, allora ha l’obbligo di registrarsi alla SEC “.

La SEC ha confermato il suo timore che i trader considerino determinate piattaforme come regolamentate dalla SEC e dunque più “sicure” rispetto alla altre. In realtà, come si evince dalla nota dell’autorità di controllo, questo non è vero.

Cosa accadrà ora?

Bitcoin ha già bucato da diverse ore il supporto a 9200$ ed è ampiamente sotto i 9604$ (supporto .382). Attualmente il prezzo si aggira intorno agli 8600$-8700$ che è una probabile zona di inversione. Chiaramente è anche possibile che il prezzo cali ulteriormente ma c’è una buona probabilità che adesso riparta la salita. Il prezzo è in una zona dove è altamente probabile un movimento bullish-reversal. In queste situazioni, a meno di news clamorose, le altcoin seguono abbastanza l’andamento del bitcoin.

Chiaramente è difficile operare un’analisi perchè qui oltre al grafico bisogna considerare la situazione generale che è di assoluta incertezza soprattutto per quanto avvenuto su Binance.

sharing-caring

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.

 

Matteo Gatti

Ingegnere informatico appassionato di tecnologia e di tutto ciò che vi ruota attorno. Seguo con interesse il mondo delle criptovalute e lo sviluppo della tecnologia Blockchain. Scrivo anche di Linux su LFFL.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi

CryptoMinando