ICO

Pantos: il primo token multi-blockchain dell’exchange Bitpanda

Pantos è un progetto di ricerca scientifica ideato dal team del celebre exchange Bitpanda. Esso ha unito le forze di scienziati dell’Università di Vienna, dell’Accademia delle scienze e dell’Istituto di ricerca per la criptoeconomia futura (RIAT) in questo ambizioso progetto. Scopriamo i dettagli dell’iniziativa e della loro ICO.

Pantos: le blockchain potranno comunicare?

pantos 3

Bitpanda ha avviato un progetto di ricerca e sviluppo che mira a fornire una possibile tecnologia chiave open source chiamata TAST, acronimo di Token Atomic Swap Technology. L’obiettivo ambizioso di Pantos è quello di creare un sistema open-source che avvicini diverse blockchain e fornisca una delle tecnologie chiave per un mondo “tokenizzato”.

Per dare vita a questa visione, Pantos sta cercando di consentire ai progetti blockchain di comunicare tra loro in modo standardizzato e trasferire il valore da una catena all’altra senza problemi e con facilità.

A seguito di Bitcoin, molte criptovalute basate sulla tecnologia blockchain sono state lanciate sul mercato, ognuna con le proprie specifiche e protocolli. Avere così tante blockchain isolate potrebbe diventare un problema. In un ambiente frammentato come questo, i progetti rischiano di finire come isole separate che alla fine rallentano l’adozione della blockchain stessa. Il team di sviluppo crede fortemente in un futuro di più reti di blockchain specializzate e lo ritengono un evento molto probabile.

Al momento però i token non possono essere trasferiti da una blockchain ad un’altra. Pantos mira a fare proprio questo creando il primo sistema token multi-blockchain. La prima versione promette il supporto alle blockchain di Bitcoin, Ethereum, Waves, Komodo e Lisk.

PAN: il token di Pantos e i suoi casi d’uso

pantos 2

Pantos mira a porre fine alla frammentazione dei mercati valutari digitali. Collaborando con le principali piattaforme blockchain, Pantos cercherà di collegarle e consentirà il trasferimento di valore tra loro. Questo il pensiero del team di sviluppo dietro a Pantos:

La nostra visione è quella di riunire tutti i principali progetti, migliorare la comunicazione e stabilire standard per i token cross-chain e far sì che i team siano responsabili dei principali progetti blockchain coinvolti. Insieme possiamo elaborare tutti i dettagli sull’emissione di token PAN su ogni blockchain e determinare le procedure di best practice.

Pantos sfrutterà la tecnologia Atomic Swap e Lightning Network e fornirà trasferimenti di token cross-chain regolari e in tempo reale. Ciò faciliterà notevolmente l’accesso del mercato tradizionale alla più famosa tecnologia di decentralizzazione.

Tutta la comunità, gli sviluppatori e gli utenti potranno beneficiare della tecnologia open source di Pantos. Pantos può infatti proteggere le valute digitali con problemi di governance e instabilità. Se, ad esempio, per qualsiasi ragione, un progetto non è più mantenuto attivamente dagli sviluppatori, gli utenti potranno almeno proteggere il loro valore in token migrando ad un’altra blockchain più stabile. Il rischio di rimanere bloccati su progetti abbandonati viene completamente eliminato.

Pantos: la fase di ICO

pantos ico

La fase di Ico dovrebbe iniziare il 21 Marzo ed è possibile trovare sul proprio sito internet un semplice countdown all’inizio dell’evento. I token PAN disponibili saranno 1.000.000.000. Il 40% di essi verrà assegnato tra i partecipanti all’ICO. Il restante 59% di PAN è riservato come riserva aziendale per future raccolte di fondi, gestione, dipendenti e taglie. L’1% di PAN invece verrà trasmesso agli utenti ritenuti idonei di Bitpanda.

sharing-caring

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.

[VIA]

Michele Porta

Ingegnere informatico. Da sempre appassionato di tecnologia, hardware e software. Sono entrato nel mondo delle criptovalute negli ultimi anni imparando a fare trading e studiando gli aspetti tecnologici e implementativi delle principali cryptocoin sul mercato. Spero in un futuro privo di contanti e basato sulla sicurezza garantita dalla blockchain.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi