NEO Wiki

Crypto-share: quali sono le criptovalute che generano profitti passivamente?

La scorsa settima vi abbiamo spiegato la differenza fra le principali tipologie di criptovalute, ovvero CriptovalutePlatform-tokenUtility-token e Cripto-share. Oggi vediamo quali sono le criptovalute appartenenti all’ultima categoria, ovvero le crypto-share. Quest’ultime sono molto interessanti, in quanto producono degli utili passivamente, ovvero semplicemente detenendone una certa quantità all’interno del proprio wallet.

Le Crypto-share infatti, generano una parte di dividendo che viene equamente distribuita a tutti gli “azionisti”, in questo caso i possessori. Questo dividendo deriva dalle commissioni di transazione ad esempio o fa parte delle entrate generate dal sistema.

Vediamo quali sono le principali crypto-share, distinguendoli anche dagli equity token, per certi versi molto simili e di cui vi abbiamo parlato recentemente.

criptovalute

NEO

La crypto-share più famosa è sicuramente NEO. NEO è una piattaforma di “smart economy” che ha avuto un’importante ascesa negli ultimi mesi, tanto che la maggior parte delle persone l’ha conosciuta proprio per questa crescita esplosiva. Esso viene spesso definito da molti come un l’“Ethereum Cinese” o “Ethereum’s killer”, in quanto è la prima piattaforma decentralizzata ed open source lanciata in Cina.

Possedere NEO consente di guadagnare Token GAS, quest’ultimi necessari per eseguire transazioni e Dapps. GAS funge dunque da “carburante” per la blockchain NEO ed i token vengono distribuiti tramite un algoritmo particolare nell’arco dei prossimi 22 anni. Per ulteriore informazioni inerenti a NEO, vi rimandiamo al nostro approfondimento.

KuCoin

KuCoin è la crypto-share dell’omonimo exchange di criptovalute con sede ad Hong Kong. E’ stata lanciata lo scorso 15 settembre 2017 tramite una ICO (Initial Coin Offering). Essa consente di ottenere un certo bonus calcolato sui volumi dell’exchange.

In poche parole, detenendo questa moneta, riceverete un dividendo giornaliero chiamato KuCoin Bonus. Il bonus ricevuto è pari al 50% delle commissioni di trading generate dall’exchange e ridistribuite equamente ai possessori di KuCoin in proporzione alle monete possedute. Se il volume e la quantità di monete scambiate aumenta, il bonus aumenterà.

Envion

Il token Envion non è un vero e proprio crypto-share ma un equity token. Envion è una promettente azienda che ha sviluppato container portatili e pronti all’uso per minare. Queste unità mobili possono essere facilmente spostate in aree con surplus energetici per alimentare le unità. Così facendo, i possessori di grandi impianti fotovoltaici possono sfruttare l’energia in eccesso per il mining, più remunerativo della vendita diretta dell’energia elettrica.

I possessori dei token Envion ottengono dei dividendi grazie all’associazione dei token all’hardware necessario per il mining, che, aumentando di numero e dunque valore, porterà guadagni ed introiti ai possessori dei token.

Comprando un token Envion, infatti, verrà suddiviso in questo modo:

  • il 75% vi verrà pagato immediatamente;
  • il 25% verrà reinvestito in nuovo hardware per lo sviluppo dell’azienda, in modo da ottenere un successivo ritorno economico.

I possessori dei token quindi, riceveranno circa il 35% degli introiti di Envion, che verrà distribuito in maniera proporzionale alla quantità di monete possedute. Inoltre, il possesso dei token consentirà di votare e decidere la scelta strategica dell’azienda.

Coss

Coss è un’altra crypto-share molto simile a KuCoin, in quanto vanta anch’essa una piattaforma di scambio di cryptovalute. Come KuCoin, anche Coss distribuisce ai possessori in maniera proporzionale una parte delle fees ricavate dal trading di monete. Il dividendo viene distribuito settimanalmente e può arrivare fino al 50% delle spese di commissione collezionate dall’ecosistema Coss.

VeChain

VeChain è una piattaforma basata sulla tecnologia blockchain destinata ai prodotti (dall’alimentare ai beni di lusso) ed alle relative informazioni. Attualmente è ampiamente utilizzata nel settore dei beni di lusso e nell’agricoltura, con alcune applicazioni pratiche anche nella logistica.

I possessori di token VeChain ricevono giornalmente i dividendi di tale sistema attraverso i token Thor Power (THOR). I token Thor sono necessari per il corretto funzionamento degli Smart Contract e le DApps. Fungono da carburante per VeChain dunque, un po’ come accade a NEO con i token GAS.

Taas

Un altro token che permette di guadagnare è Taas (Token-as-a-Service). Esso consente di ottenere dividendi semplicemente mantenendo token Taas nel vostro wallet. Il 25% dei ricavi generati da Taas viene ridistribuito su base trimestrale. Per ottenere tali profitti, vi basterà “holdare” le monete sul vostro Wallet MyEtherWallet o su classici hardware Wallet che supportato token di tipo ERC-20.

DigixDAO

DigixDAO è stato il primo token Ethereum a pagare dividendi ai possessori. E’ la prima moneta virtuale legata direttamente all’oro tramite gli Smart Contract. Infatti, un DigixDAO equivale a un grammo di oro. Il Digix Marketplace, ora in fase beta test, consentirà presto lo scambio diretto tra la criptovaluta e l’oro equivalente.
I Token Gold Tokens (DGX) rappresentano una parte dell’oro immagazzinato.

I dividendi derivano dallee commissioni generate dai depositi dell’oro e vengono pagati in DGX a tutti possessori dei token.

Pivx

PivX (Private Instant Verified Transaction) è una moneta nata dal fork di DASH e vuole diventare un mezzo di scambio digitale facile da utilizzare. E’ possibile guadagnare token PivX semplicemente facendo holding, in quanto le monete vengono generate e distribuite proporzionalmente ogni minuto.

Ovviamente esistono anche tante altre crypto-share ed equity token. Segnalateci quelle che possedete o che conoscete.

sharing-caring

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.

[ VIA ]

Marco Picchi

Ingegnere Elettronico, da anni appassionato di hardware, IoT e reti. Ho scoperto Bitcoin nel 2012 per poi buttarmi sul mining casalingo l'anno successivo. Ad oggi seguo con interesse lo sviluppo di tecnologia Blockchain.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi