Bitcoin News

L’Austria vuole regolamentare il Bitcoin come l’Oro ed altri beni

Abbiamo già avuto modo più volte di parlare di regolamentazione delle criptovalute. Nelle ultime settimane poi, diversi stati hanno espresso le loro posizioni: alcuni favorevoli, ed altri contrari, come Cina e Corea del Sud. Ma la strada è ancora lunga. Recentemente anche l’Austria ha espresso la propria posizione. Pare infatti che il ministro delle finanze Hartwig Loeger, voglia regolamentare il Bitcoin e le altre criptovalute come se si trattasse di oro o guadagni derivati dal trading. Il ministro ha inoltre aggiunto che spera che anche l’Europa sposi questa scelta.

Austria: Bitcoin regolamentato come fosse Oro

Hartwig Loeger ha espresso che per evitare fenomeni di riciclaggio ed utilizzi illeciti, le criptovalute necessitano di una regolamentazione efficace ed immediata. Ha inoltre aggiunto che il modello da applicare ad esse è proprio quello già applicato ai metalli preziosi ed ai guadagni legati al trading. Questo sistema infatti, dovrebbe ridurne gli utilizzi fraudolenti.

Il ministro si è espresso anche sulle ICO, dicendo che vanno trattare come se fossero titoli, imponendo dunque agli operatori di registrare i “prospetti digitali” presso le autorità di vigilanza finanziaria e di chiedere l’ approvazione regolamentare prima di iniziare ad accettare i contributi.

bitcoin

Infine, ha aggiunto che vista la natura decentralizzata delle criptovalute, sarà di vitale importanza regolamentarne l’utilizzo per tutti gli stati membri dell’unione Europea. Pare infatti che proprio Loedger terrà un incontro con il ministro delle finanze del Portogallo per parlare della regolamentazione delle criptovalute.

L’Austria ha deciso di aumentare la priorità di tale prerogative dopo Optioment, una SCAM austriaca che ha raccolto ben 12 mila Bitcoin da più di 10 mila investitori.

Anche il resto dell’Europa applicherà questo sistema?

C’è molta pressione nel regolamentare questo settore, non solo in Austria ma in tutta Europa. Anche la Francia infatti, si era espressa in merito alle criptovalute, dicendo che il trading e le futures andavano regolamentate. Anche l’Inghilterra poi, aveva affermato di essere al lavoro su un’analisi delle critptovalute e su come regolamentarle.

Vi erano poi state altre affermazioni da parte della Germania ed altri stati membri. La strada è ancora lunga ma è inevitabile che avverrà una regolamentazione nei prossimi mesi o anni. Vedremo che accadrà.

sharing-caring

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.

[ VIA ]

Marco Picchi

Ingegnere Elettronico, da anni appassionato di hardware, IoT e reti. Ho scoperto Bitcoin nel 2012 per poi buttarmi sul mining casalingo l'anno successivo. Ad oggi seguo con interesse lo sviluppo di tecnologia Blockchain.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi