News Wiki

Il fondatore di Ethereum Vitalik Buterin propone le ICO 2.0

Gli investitori necessitano di maggior controllo sulle ICO. Vitalik Buterin, pioniere del meccanismo di crypto funding e fondatore di Ethereum, si sta battendo per garantire che le ICO in futuro diano solide garanzie a chi investe. Gli investitori devono sapere esattamente dove vanno i loro soldi.

Vitalik ha annunciato che è al lavoro per creare una nuova modalità di ICO, che andrà a combattere e limitare le raccole fondi fraudolente, vediamo di cosa si tratta.

L’idea di Vitalik Buterin

Buterin vuole un processo a due fasi, chiamate “Tap” e “Refund” sulle quali i possessori dei token avranno pieno potere.

I contributori interessati in un progetto inviano Ethereum in cambio dei token della campagna. La variabile definita ‘tap’ entra in funzione al termine del periodo di contribuzione (crowdsale); grazie alla variabile tap si stabilisce il quantitativo di token che il team può prelevare dal contratto in un determinato periodo.

La prima fase prevede che gli investitori possano investire un budget e a fine mese, in base alle novità e agli sviluppi del progetto, potranno decidere se incrementare, decrementare o confermare l’investimento. Gli investimenti legano indissolubilmente investitori e sviluppatori mediante un contratto (smart contract) sulla blockchain Ethereum con alcune regole certe.

Se il team di sviluppo non soddisfa gli investitori (ad esempio non rispettando la tabella di marcia o impiegando troppo tempo per trasformarsi in qualcosa di concreto) questi possono decidere di fermare il processo. E’ proprio questa la fase “Refund“. Se la maggioranza degli investitori vota per il “Refund” lo smart contract è sciolto e di fatto l’ICO è fallita. I founder del progetto sono quindi vincolati nell’uso del budget a un massimo mensile prelevabile.

Mentre al termine di un’ICO i fondi raccolti sono totalmente nelle mani del team di sviluppo mentre con questo modello l’investitore è più tutelato. Questo meccanismo prende il nome di DAICO, la naturale evoluzione delle ICO. DAICO è una fusione tra la  parola DAO (Decentralized Autonomous Organization) e ICO (Initial Coin Offering).

daico ethereum

La sua funzione, nell’intenzione di Vitalik Buterin, è “migliorare il modello delle ICO fondendo in esso alcune caratteristiche di una DAO.

Fattibilità e interrogativi

E’ risaputo che gli investitori sono molto umorali. Cosa succederebbe in caso di crollo del mercato? Cosa accadrebbe ad un progetto se il valore dei token calasse vistosamente? Una DAICO richiede una maggior responsabilizzazione da parte degli investitori, i quali potrebbero mettere a rischio un progetto valido per motivi futili.

Bigbit

Idea fattibile? Boyko-Romanovsky ha preso l’idea di Vitalik l’ha in parte riadattata e messa in campo per la sua piattaforma:  The Abyss, la prima DAICO che sarà pronta per il prossimo 7 Marzo.

Le regole di Romanovsky prevedono alcune modifiche rispetto alle idee di Vitalik:

  1. I possessori dei token hanno una possibilità di incrementare l’investimento per il prodotto (“Buffer-option”). Supponiamo che le spese per il team di sviluppo siano state ingenti ma che il progetto stia andando alla grande. Il team può richiedere agli investitori un Buffer-vote per incrementare gli investimenti;
  2. Da un “Tap” all’altro “Tap” gli investimenti di ogni singolo contributore non possono crescere di più del 50%;
  3. La terza regola riguarda le modalità di voto. Se un contributore ha optato per il “Tap” deve aspettare due settimane per poter votare di nuovo.

Se questo modello prendesse piede ritengo che i vantaggi sarebbero molteplici. I team di sviluppo saranno incentivati a rilasciare aggiornamenti puntuali sul loro lavoro. Gli investitori avranno maggiori informazioni e saranno più tranquilli. Inoltre sarà impossibile per gli sviluppatori entrare in possesso di tutto il capitale immediatamente questo dovrebbe diminuire drasticamente le truffe.

Vedremo se nei prossimi mesi le DAICO prenderanno effettivamente piede e quale sarà la risposta degli investitori. Vi terremo aggiornati.

sharing-caring

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.

[VIA]

Matteo Gatti

Ingegnere informatico appassionato di tecnologia e di tutto ciò che vi ruota attorno. Seguo con interesse il mondo delle criptovalute e lo sviluppo della tecnologia Blockchain. Scrivo anche di Linux su LFFL.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi