News

Malta garantirà la “pace dei sensi” a tutte le crypto-aziende

Dopo la Svizzera che vorrebbe diventare una crypto nazione fa capolino anche la piccola isola di Malta che ha un piano politico ambizioso per rilanciare la propria economia. Vediamo insieme di cosa si tratta.

L’idea del governo di Malta

malta indicazione

La “Malta Digital Innovation Authority” certificherà le piattaforme blockchain utilizzate dalle aziende del paese. Sarà anche responsabile della “verifica” delle transazioni di criptovaluta controllando se le informazioni registrate sono autentiche. Il governo così spera di portare un po’ di tranquillità alle imprese che utilizzano i registri distribuiti per i pagamenti. Le autorità riconoscono che la tecnologia consenta trasferimenti di denaro più economici e più efficienti, tuttavia lo stato era preoccupato dal fatto  che tali piattaforme non siano attualmente certificate in alcun modo. A tal proposito, il governo ha deciso di fornire un po ‘di “certezza legale e di fiducia”. I funzionari ritengono che le aziende trarranno beneficio dal lavoro della nuova autorità, così da poter tagliare intermediari come le banche.

Le parole del segretario parlamentare

malta silvio schembri

Il segretario parlamentare per l’economia digitale Silvio Schembri ha presentato la sua nuova idea politica in una conferenza stampa. Ha definito l’evento un “momento storico” e ha fornito ulteriori dettagli sul modo in cui le autorità intendono attuare le normative relative al settore della criptovaluta.

Il primo passo sarà quello di istituire l’Autorità per l’innovazione digitale di Malta. Una proposta di legge stabilirà il regime per la registrazione dei fornitori di servizi e la certificazione degli accordi per la tecnologia. Nella seconda fase si formalizzerà il quadro per le Initial Coin Offerings (ICO). Una terza legge imporrà una regolamentazione sui servizi direttamente collegati alle criptovalute.

Silvio Schembri ha sottolineato che promuovere politiche che favoriscano lo sviluppo di Malta come hub per le nuove tecnologie, anche nel settore pubblico, sarà uno degli obiettivi principali. 

Durante la conferenza stampa, i funzionari hanno menzionato diverse applicazioni della tecnologia di un ledger distribuito. Nelle aziende più grandi la blockchain può essere utilizzata per mantenere i sistemi di buste paga e registrare i movimenti di merci e fatture. Le aziende possono inoltre usufruire di piattaforme pubbliche che condividono meccanismi di consenso come bitcoin ed ethereum. Le istituzioni finanziarie regolamentate possono utilizzare blockcahin per offrire servizi ai propri clienti.

Silvio Schembri infine ha aggiunto che il pubblico è libero di fornire feedback nelle prossime tre settimane. Successivamente, le documentazioni saranno presentate al Parlamento di Malta.

 sharing-caring

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.

[VIA]

Michele Porta

Ingegnere informatico. Da sempre appassionato di tecnologia, hardware e software. Sono entrato nel mondo delle criptovalute negli ultimi anni imparando a fare trading e studiando gli aspetti tecnologici e implementativi delle principali cryptocoin sul mercato. Spero in un futuro privo di contanti e basato sulla sicurezza garantita dalla blockchain.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi