Exchange

COBINHOOD (COB): il primo exchange al mondo senza commissioni

COBINHOOD viene descritto sul sito web ufficiale come il primo exchange al mondo senza commissioni. Vediamo insieme quali funzionalità offre questo exchange, chi c’è dietro al progetto e quali servizi promettono per gli utenti.


cobinhood

Gli exchange e il trading

Esistono tantissimi exchange e un’infinità di criptovalute, ma questo mercato rimane comunque molto limitato se confrontato con il Forex o con qualsiasi altro mercato di trading.

Da Gennaio 2017 a Luglio, la capitalizzazione di mercato delle criptovalute è aumentata da 7 miliardi di dollari a 110 miliardi  di dollari, totalizzando un aumento del 1600% e superando il volume delle piattaforme di trading azionarie. Ad oggi il market cap globale è pari a circa $500 miliardi. Non male contando che tutto ciò non esisteva neanche quando Bitcoin è nato nel 2009. Il 2017 in particolare è stato un anno cruciale per molte criptovalute.

A questo punto, il più grande ostacolo al trading di criptovalute non è quello della tecnologia blockchain che sta ogni giorno migliorando. Il più grande problema sono gli exchange stessi e per svariati motivi, vediamoli insieme.

I problemi degli exchange

Mentre, come abbiamo detto, il volume del trading delle criptovalute è cresciuto tantissimo, gli exchange  non sono cresciuti di conseguenza in facilità d’uso e sicurezza. Questo sia perché il mercato è una novità, sia per la mancanza di un governo centralizzato.

Gli hacker più intraprendenti sono riusciti ad hackerare diversi exchange, tra cui, recentemente, Coincheck e BitGrail. Spesso inoltre il servizio clienti è scadente (o inesistente).

COBINHOOD è una piattaforma di trading per la moderna era della blockchain. È stata creata pensando agli investitori medi e ai problemi che li perseguitano.

Esaminiamo insieme le varie modalità con cui COBINHOOD offre agli investitori e ai day-traders un trattamento migliore rispetto agli altri exchange.

cobinhood

Più scelte e più supporto

Secondo Exchange War, i primi 30 exchange trattengono in media lo 0,2% delle commissioni sulle transazioni sia per quanto riguarda le vendite che per gli acquisti.

Alcuni possono offrire tariffe più basse, ma solo se un trader supera un volume di transazioni elevato o una soglia minima di liquidità nell’account. Non solo la maggior parte degli exchange addebita una commissione, ma “spot trading” e “margin trading” non sempre sono due funzionalità incluse.

COBINHOOD elimina tutto ciò in modo che investitori e trader possano finalmente ottenere transazioni migliori e più redditizie massimizzando le proprie entrare. Ai clienti non viene addebitato nulla per il trading.

COBINHOOD attualmente supporta le seguenti criptovalute:
BAR, BAT, BDG, BRD, CMT, COB, CVC, DGD, DRGN, ENJ, EOS, ETHOS, FUN, GNO, GNT, GTC, ICN, INS IOST, MANA, NGC, OCN, OMG PAY, REP, SAN, SNT, SPHTX, STK, TRX, UTNP, VOISE, ZRX.

Come già accennato, il servizio clienti non è solitamente una priorità elevata per gli exchange. COBINHOOD migliora notevolmente l’esperienza utente fornendo un servizio clienti online 24/7.

Se sorgono domande sulle valute o le lingue supportate, se vengono riscontrati problemi o se si necessita il bisogno di assistenza, gli specialisti possono essere contattati tramite il sito Web e l’app per dispositivi mobile. Garantiscono tempi di risposta entro 24 ore.

Migliori infrastrutture = migliori servizi

Un altro problema comune che interessa i principali exchange sono gli arresti improvvisi delle piattaforme, senza spiegazioni, senza motivazioni valide, e soprattutto molto sospetti. Tutto ciò causa caos, ansia, e malcontento nelle community.

Ad esempio, nel 2014, Mt.Gox ha riscontrato gravi guasti tecnici che hanno bloccato le transazioni sull’exchange. Successivamente ha presentato istanza di fallimento e il CEO è stato processato per appropriazione indebita.

Tutto ciò ha causato un crollo del Bitcoin da 260 $ a 110 $. Non solo Mt. Gox ma anche Kraken e Coinbase hanno chiuso diverse volte la piattaforme per qualche ora nel 2017.

Questo “freeze” che si genera, può portare a enormi perdite di capitali, che è un problema decisamente più grande del malcontento in se.

La piattaforma COBINHOOD può elaborare più di un milione di ordini al secondo con una latenza inferiore al millisecondo. È quanto di più vicino possibile esiste a un’esperienza in completa sicurezza e in tempo reale. Ciò rende COBINHOOD non solo il primo exchange al mondo capace di trading ad alta frequenza, ma anche il principale in termini di esecuzione degli ordini e redditività.

 

cobinhood

Protocolli di sicurezza all’avanguardia

Nel febbraio 2014 Mt.Gox è stato violato e sono andati persi 650.000 Bitcoin, che attualmente valgono più di 7 miliardi di dollari.

E ad agosto 2016, Bitfinex è stato compromesso causando una perdita di 120.000 Bitcoin. Chiaramente, la continua crescita e proliferazione delle criptovalute come forma di investimento può essere garantita solo aumentando la sicurezza negli exchange.

A tal fine, COBINHOOD crede nella trasparenza al 100%. Per tutte le transazioni online, COBINHOOD richiede l’autenticazione a due fattori (2FA) per l’accesso e i prelievi richiedono una conferma via e-mail aggiuntiva. Nelle transazioni offline, ogni cliente COBINHOOD ha un portafoglio “multisignature” con 8 moduli di sicurezza hardware (HSM).

Per accedere al portafoglio offline, è necessario confermare 5 degli 8 HSM. In questo modo, se solo 1 o 2 HSM vengono compromessi, il portafoglio rimarrà al sicuro. Gli HSM sono anche geo-distribuiti in diversi paesi, massimizzando ulteriormente la sicurezza.

La ICO: COB

COBINHOOD crede così fortemente nel suo servizio e nella sua piattaforma che ha lanciato la propria ICO. Il COB è basato sullo standard dei token Ethereum ERC20 e ne sono stati emessi 500 milioni.

Cobinhood è guidata dal CEO e co-fondatore Popo Chen, conosciuto come Chen Tai Yuan. È un imprenditore 26 anni originario di Taiwan. Altri membri chiave del team includono Du Jun (CSO) e Pu-Chen Mao (CTO).

Conclusioni

COBINHOOD è un exchange che mira a offrire commissioni dello 0% e un servizio legato alla sottoscrizione di ICO. Tuttavia, essendo le commissioni la principale fonte di guadagno per ogni exchange, ci si chiede come Cobinhood intenda generare utili.

sharing-caring

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.

[VIA]
[VIA]
[VIA]
[VIA]

 

Stefano Cavalli

Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi

CryptoMinando