Wiki

SegWit: il protocollo che aumenta le dimensioni dei blocchi senza fork

Abbiamo già parlato del limite della dimensioni nei blocchi, del mining e di come funzionano le transazioni. Abbiamo anche trattato l’argomento del fork come possibile soluzione a questo problema.

Ora è il momento di parlare di SegWit, la soluzione di scalabilità proposta dal team di sviluppo di Bitcoin Core. Vediamo insieme di cosa si tratta.

 

segwit

Il problema

Il problema che la piattaforma Bitcoin sta affrontando è che quando vengono effettuate sempre più transazioni, è necessario aggiungere più blocchi alla “chain”. I blocchi vengono generati ogni 10 minuti e sono vincolati a una dimensione massima di 1 megabyte (MB). A causa di questo vincolo, solo un certo numero di transazioni può essere aggiunto a un blocco.

Il peso delle transazioni, rappresentato dai blocchi, sta appesantendo la rete e causando ritardi nell’elaborazione e nella verifica delle transazioni, in alcuni casi, impiegando ore per confermarne la validità.

Immaginando tutte le transazioni Bitcoin che sono state eseguite, dall’inizio del Bitcoin (nel lontano 2009) ad oggi, possiamo capire l’enorme quantità di esse. A lungo termine il sistema non sarebbe sostenibile se non si apportasse un cambiamento radicale.

 

segwit

Cos’è SegWit?

SegWit sta per “Segregated Witness” ed è una proposta presentata dal team di Bitcoin Core. Si presenta sotto forma di “soft fork”, un upgrade che può funzionare anche se alcuni utenti non aggiornano il loro software.È stato rilasciato nella versione 0.13.1 del client Bitcoin Core.

Nelle transazioni ci sono tre elementi chiave. Il mittente, il destinatario e le firme (i witnesses). Contrariamente alla credenza popolare, SegWit non separa i “witnesses data” nei “witnesses block”.

Segwit aggiorna il limite di dimensione del blocco di 1 MB in un limite di peso di 4 milioni di unità, contando i dati dei witnesses serializzati come un’unità e i dati del blocco di base come quattro unità. In sostanza introduce un nuovo formato di transazione.

Ciò significa che la dimensione del blocco è effettivamente aumentata. La dimensione massima di un blocco diventa appena inferiore a 4 MB. Non significa che i dati si riducono, significa semplicemente che vengono contati in un modo che consente di aumentare il limite a 1 MB.

 

segwit

Più sicurezza

Il Dr. Pieter Wuille, sviluppatore di Bitcoin Core, suggerisce che per risolvere questo problema, la firma digitale deve essere separata dai dati delle transazioni. Questo processo è noto come SegWit. La firma digitale rappresenta il 65% dello spazio in una determinata transazione.

SegWit tenta di ignorare i dati associati a una firma eliminando quest’ultima dall’interno dell’input e spostandola verso la fine della transazione. Aumentando la dimensione da 1 MB a 4 MB, oltre ad aumentare leggermente la capacità dei blocchi, SegWit risolve anche il problema in cui un destinatario potrebbe intercettare e modificare l’ID della transazione del mittente tentando di ottenere più criptovalute dal mittente stesso. Dal momento che la firma digitale verrebbe separata dall’input, tutto ciò non può verificarsi.

Funziona?

Si, funziona. Ma affinché SegWit sia attivato, richiede un’approvazione da parte dei miners del 95%. Il voto è dato da miners che includono determinati dati nei blocchi da loro indicati per segnalare la loro decisione riguardo alla proposta. La soglia del 95% si basa sul metodo di attivazione del softfork BIP 34, che stabilisce questo 95%. Sebbene ciò non sia strettamente necessario, riduce al minimo il rischio di un ulteriore hard fork e di altre alternative molto costose.

sharing-caring

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.

Stefano Cavalli

Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi