News

Coinbase ritira per errore i soldi degli utenti

Coinbase ha prosciugato il conto di alcuni suoi utenti, senza volere e forse nemmeno per colpa sua.

Coinbase è la piattaforma di exchange (anche se sarebbe più corretto chiamarlo gateway) più famosa al mondo per quanto riguarda lo scambio, l’acquisto e la vendita di criptovalute (qui trovate la nostra guida).

 Nelle ultime ore si sono susseguite centinaia di segnalazioni di utenti che attestano come il sito abbia provveduto ad un prelievo dei loro conti bancari decisamente più massiccio di quanto invece non avrebbe dovuto. Alcuni, addirittura, si sono visti prosciugare il proprio conto, lamentando perdite per decine di migliaia di dollari. Una situazione al limite del surreale.

Coinbase, cosa combini?

coinbase

Dopo poche ore, è arrivata la risposta ufficiale di Coinbase, che ha ammesso l’esistenza del problema, spiegando che si sia trattato di un errore da parte di Visa.

Visa ha fatto degli errori nel gestire un cambiamento nel Merchant Category Code (MCC), un codice usato dalle banche e dalle società di carte di credito per classificare le società in base ai beni o ai servizi che offrono. Il cambio di MCC relativo alle criptovalute, dice Coinbase, ha provocato dei prelievi eccessivi nei conti correnti di alcuni utenti. Coinbase sta lavorando con le società di carte di credito per risolvere il problema con un nuovo codice MCC. Chi crede di aver ricevuto un prelievo eccessivo deve contattare il servizio clienti della propria carta di credito e della propria banca, e poi rivolgersi a quello di Coinbase.

Circostanza che però la società delle carte di credito smentisce categoricamente. Visa “non ha apportato alcuna modifica ai sistemi tale da comportare le doppie transazioni a cui si fa riferimento“, ha spiegato l’azienda al Financial Times. “Non siamo a conoscenza di altri esercizi che siano stati interessati da questo problema“. Lasciando intendere quindi che il problema sia stato causato da Coinbase.

Per gli utenti il rimborso non sarà automatico. Infatti, dovranno prima passare per il servizio clienti della propria carta di credito e della propria banca, e soltanto successivamente all’assistenza clienti dell’exchange.

Nel frattempo su Twitter si sono moltiplicati gli account falsi di Coinbase. Le persone dietro a questi account cercano di cogliere la palla al balzo per truffare gli ignari utenti quindi ponete la massima attenzione!

Qui trovate il gruppo Telegram della community italiana di Coinbase.

sharing-caring

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.

Matteo Gatti

Ingegnere informatico appassionato di tecnologia e di tutto ciò che vi ruota attorno. Seguo con interesse il mondo delle criptovalute e lo sviluppo della tecnologia Blockchain. Scrivo anche di Linux su LFFL.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi