Monete Servizi

TenX (PAY): wallet con carta di debito per pagare in criptovalute

Pochi giorni fa vi abbiamo parlato di FuzeX, una ICO molto interessante che offre una carta di credito smart per pagare ovunque con le vostre criptovalute. Ovviamente FuzeX non è l’unica soluzione, ad oggi è forse la più innovativa ma sul mercato sono presenti già alcuni competitor. Uno di essi è sicuramente TenX (PAY), che nasce proprio con questo obbiettivo. Vediamo un po’ più nel dettaglio come funziona.

TenX: un po’ di storia e dettagli

TenX nasce a Singapore nel 2015 con l’obiettivo di rendere spendibili immediatamente le proprie criptovalute nel mondo retail e negli shop online che ancora non consentono pagamenti diretti con queste nuove tecnologie. Per fare ciò, TenX utilizza la propria carta di debito (a breve diventerà anche di credito) collegata ad un wallet installato sul proprio smartphone. Tramite l’applicativo mobile dunque, potrete depositare le principali criptovalute e selezionare quali utilizzare per effettuare il pagamento.

 

Il mobile wallet

Il wallet mobile di TenX è stato rilasciato nell’estate del 2017 e supporta decine di criptovalute, fra cui Bitcoin, Dash, TenX, Ethereum, Litecoin ed i principali token ERC20. E’ disponibile sia su Android, iOS che tramite WebApp.

TenX

Una volta creato il wallet multi valuta, potrete, oltre ad inviare o ricevere fondi dai vostri amici, sfruttarli per pagare nei principali negozi e shop online utilizzando il classico circuito VISA o MasterCard. Sarà infatti possibile creare una carta di debito virtuale o reale ad essa collegata da sfruttare per i pagamenti.

TenX

L’utente dunque non dovrà preoccuparsi di convertire le monete in valuta FIAT, in quanto tale conversione verrà eseguita in real-time dal sistema TenX. Come meccanismo di sicurezza, l’utente dovrà interagire con l’applicazione mobile per confermare il pagamento.

TenX

Infine, gli utenti riceveranno un premio equivalente allo 0.1% della spesa in token TenX, così da incentivarne l’utilizzo e permiarne la fedeltà.

Spese

Uno dei vantaggi di TenX rispetto ad altre soluzioni riguarda le spese ed i costi della carta. L’acquisto della carta reale, infatti, ha un costo di 15 dollari, mentre l’attivazione di una carta virtuale avrà una commissione di 1.5 dollari.

Entrambi i sistemi poi, avranno una spesa annuale di 10 dollari se e solo se l’utente spende meno di 1000 dollari all’anno, altrimenti il sistema sarà completamente gratuito, in quanto non ci sono nemmeno fee sulle transazioni.

Token e capitalizzazione

Sono ben 105 milioni circa i token TenX circolanti, mentre il massimo ammonta ad un totale di 205 milioni di PAY. Il prezzo si aggira sui 1.8 dollari cadauno, dunque la capitalizzazione porta TenX al 100-esimo posto nella classifica di CoinMarketCap.

TenX può essere acquistato su Cryptopia e su tanti altri exchange, sempre visibili su CoinMarketCap.

sharing-caring

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.

Marco Picchi

Ingegnere Elettronico, da anni appassionato di hardware, IoT e reti. Ho scoperto Bitcoin nel 2012 per poi buttarmi sul mining casalingo l'anno successivo. Ad oggi seguo con interesse lo sviluppo di tecnologia Blockchain.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi