Altro Monete

Decentraland (MANA): un mondo virtuale decentralizzato

Decentraland (MANA) offre agli utenti una piattaforma di realtà virtuale basata sull’affidabile blockchain di Ethereum. Con questa piattaforma, gli utenti sono in grado di creare contenuti e applicazioni generando profitti. É la prima vera piattaforma virtuale decentralizzata che la distingue dalla massa, costruita sulla blockchain e di proprietà dei suoi utenti.

decentraland

Chi c’è dietro a Decentraland?

Il team di Decentraland ha già esperienze nell’ambito delle criptovalute come ad esempio la creazione di Bitcore. Il capo del progetto è Ari Meilich, mentre il capo tecnico è Esteban Ordano.

L’Advisory Board comprende il fondatore di INBlockchain Xiaolai Li, il fondatore di CoinFund Jake Brukhman, il capo del progetto Aragon, Luis Cuende, e l’ex CTO di Ning, Diego Doval. Decentraland collabora inoltre con district0x, Aragon che sono altre due criptovalute.

Non ci sono limiti con Decentraland

Con Decentraland, non ci sono limiti a ciò che si può creare ed esplorare, tranne ovviamente l’immaginazione. Gli utenti possono acquistare “terreni” (land) utilizzando la blockchain Ethereum, che ne dimostra la loro proprietà in un modo indiscutibile. Da lì, si è liberi di costruire ciò che si vuole. Alcune delle opzioni suggerite dal team di Decentraland includono spettacoli di musica dal vivo, casinò, seminari, shopping, attività commerciali, visite a resort subacquei e test-guida di un’auto. Tutto ciò si svolge in un mondo virtuale con una vista a 360 gradi che può immergere gli utenti tramite il proprio browser Web o tramite un visore VR.

 

decentraland

 

Cose rende Decentraland diverso dalle altre piattaforme di VR?

La più grande differenza tra Decentraland e le piattaforme VR esistenti è la “proprietà”. Il team che sta dietro alla piattaforma crede che i mondi virtuali pubblici debbano essere gestiti e governati con degli standard aperti. Quindi nessuna organizzazione centrale deve imporre il proprio volere.

Oltre ad essere di proprietà degli utenti, Decentraland consente loro di controllare completamente il “lotto di terra” che possiedono. Inoltre, mantengono tutti i guadagni ricavati dal valore che viene generato da altri utenti. Completamente diverso da altri sistemi in cui l’organizzazione centrale che gestisce la piattaforma prende una percentuale su ogni transazione. Senza un’organizzazione centrale, non vi è alcun gruppo in grado di decidere commissioni o tasse da pagare. Tutto ciò è possibile come già detto tramite l’utilizzo della tecnologia blockchain da parte di Decentraland, che dimostra univocamente la proprietà di un lotto.

In che modo si acquistano terreni?

Comprare LAND è semplice come usare “MANA“, il token di Decentraland. Le piastrelle di terra misurano 10 metri quadrati. Non ci sono limiti sulla costruzione verticale, le uniche limitazioni sono sul terreno e sulla base degli edifici.

È importante notare che la terra di Decentraland è scarsa. Appositamente e volutamente progettata non solo per aumentarne la domanda, ma anche per migliorare l’esperienza utente complessiva e la capacità di scoprirne il contenuto. Se i terreni fossero enormi, non verrebbero mai esplorati e costerebbero inoltre pochissimo. La registrazione per l’evento “Terraform Event” è terminata il 15 dicembre 2017.

 

decentraland

 

A cosa serve MANA?

MANA sarà utilizzato per acquistare terre, direttamente da Decentraland o da altri utenti (i terreni saranno trasferibili), nonché per effettuare acquisti di beni e servizi digitali nel in quel mondo virtuale. L’utilità di MANA crescerà man mano che le terre di Decentraland saranno sviluppate, creando un intero mondo virtuale.

Il token MANA può essere acquistato sui principali exchange che trovate qui su CoinMarketCap e può essere conservato in un wallet Ethereum.

Quali sono i piani per il futuro?

Il progetto Decentraland è iniziato nel giugno 2015 in quella che chiamano “l’età della pietra”, quando la terra è stata modellata sotto forma di una semplice griglia e i pixel sono stati assegnati agli utenti tramite un algoritmo di Proof of Work. A marzo 2017, il progetto è entrato nella “Età del bronzo”, con la terra modellata in 3-D.

Coloro che hanno acquistato MANA, il token ERC20, sono stati in grado di ottenere pezzi di terra e quindi di interagire con altri possessori di MANA. In futuro, l’età del ferro aggiungerà supporto multiplayer, insieme a live chat e avatar.

Permetterà lo scripting e gli oggetti personalizzati su terreni di proprietà. Infine si chiama “Silicon Age” il mondo 3-D a tutti gli effetti con supporto VR completo e con la capacità di personalizzare le leggi della fisica. Sicuramente sarà un progetto interessante e completamente diverso da ciò che siamo abituati a vedere, restate in contatto per tutte le news!

sharing-caring

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.

Stefano Cavalli

Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi