Mining News

ENEL venderà l’energia elettrica in eccesso ai minatori di Bitcoin? [AGGIORNATO]

Nonostante il trend discendente degli ultimi giorni, sembra che molte grosse realtà stiano entrando nel mondo delle criptovalute, fra cui ad esempio Samsung per la produzione di ASIC. Oltre al colosso Samsung potrebbe entrare un altro importante ente, ovvero ENEL, che avrebbe intenzione di vendere l’energia in eccesso ad Envion. Envion è una ICO svizzera incentrata sullo sviluppo di unità di mining portatili contenute in container.

Insomma, il settore del mining sta attirando anche aziende ben consolidate nel settore della produzione di chip e nella fornitura di energia elettrica, nettare di tale dispositivi.

AGGIORNAMENTO: pochi minuti fa è arrivata la smentita da parte di ENEL, che ha dichiarato di non essere interessata ad entrare nel mercato delle criptovalute.

“Dopo approfonditi studi ed analisi ENEL è giunta alla conclusione di non nutrire interesse alcuno per la vendita di energia destinata ad attività di mining di criptovalute”.

ENEL venderà in eccesso l’energia ai miners

Secondo la fonte, che ha preferito non esporsi troppo rimanendo anonima, ENEL venderà solamente la corrente in eccesso prodotta dai propri impianti. Ciò consentirebbe all’azienda di ottenere maggiori introiti per finanziare l’ulteriore sviluppo ed uso delle fonte rinnovabili. Inoltre, i miners potrebbero godere di un’importante fonte di energia a prezzi competitivi.

Le informazioni riportate provengono da fonti intervistate da Bloomberg che hanno preferito rimanere anonime. Enel ed Envion per ora non si sono pronunciate.

La partnership con Envion

Chi segue il mondo delle ICO conosce sicuramente Envion, una promettente azienda che ha sviluppato container portatili e pronti all’uso per minare. Queste unità mobili possono essere facilmente spostate in aree con surplus energetici per alimentare le unità. Così facendo, i possessori di grandi impianti fotovoltaici possono sfruttare l’energia in eccesso per il mining, più remunerativo della vendita diretta dell’energia elettrica.

Insomma, il 2018 potrebbe essere molto interessante. Ne vedremo delle belle!

 

sharing-caring

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram. Qui sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato. Potete poi seguirci sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.

[ VIA ]

Marco Picchi

Ingegnere Elettronico, da anni appassionato di hardware, IoT e reti. Ho scoperto Bitcoin nel 2012 per poi buttarmi sul mining casalingo l'anno successivo. Ad oggi seguo con interesse lo sviluppo di tecnologia Blockchain.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi

CryptoMinando