Altro Monete

Dash: il rivale del Bitcoin, cos’è e come comprarlo

Dash è una criptovaluta open source peer-to-peer che si pone come obiettivo quello di essere la più scalabile al mondo.
In questo articolo capiremo insieme cos’è, come viene utilizzata e in che modo può essere acquistata all’interno del mercato mondiale delle criptovalute.

 

dash

Storia

Dash è stata originariamente pubblicata come XCoin (XCO) il 18 gennaio 2014. Il 28 gennaio, il nome è stato cambiato in “Darkcoin”. Successivamente, il 25 marzo 2015, Darkcoin è stato rinominato “Dash” che sta per Digital Cash.

Nei primi due giorni dal lancio, sono state minate 1,9 milioni di monete, che rappresentano circa il 10% della fornitura totale mondiale che sarà mai emessa (18 milioni di monete). Il creatore e sviluppatore principale, Evan Duffield, ha attribuito ciò ad un bug nato quando è stato fatto il Fork di Litecoin per creare Dash,

“che ha erroneamente modificato la difficoltà del mining,
utilizzando valori non reali per calcolarne il compenso”

Una volta che il problema è stato risolto, Evan ha proposto di rilanciare la moneta ripartendo da zero, ma la comunità ha disapprovato in maniera schiacciante.

Come tale, la distribuzione iniziale è stata “lasciata in pace” e lo sviluppo del progetto è proseguito. La maggior parte delle monete minate sono state distribuite sugli exchange nei mesi successivi a prezzi davvero molto bassi.

Il Dash Core Team, responsabile dello sviluppo della valuta, è passato da 30 impiegati a tempo pieno a 20 impiegati part-time e dozzine di volontari non retribuiti. Tutti i dipendenti del Core Team sono stipendiati dal sistema di pagamento di Dash e quindi non dipendono da donazioni o sponsorizzazioni che possono generare conflitti di interesse.

dash

 A cosa serve e come funziona

Oltre al set di peculiarità di Bitcoin, attualmente offre tre funzionalità:

  1. Transazioni istantanee (InstantSend);
  2. Transazioni private (PrivateSend);
  3. Gestisce un modello autonomo e autofinanziato che consente alla rete di Dash di pagare individui e aziende per eseguire un lavoro che da valore alla rete stessa. Il sistema decentralizzato di governance la rende un’organizzazione autonoma decentralizzata.

InstantX è sinonimo di “transazioni istantanee” ed è la tecnologia che consente di confermare completamente le transazioni in soli quattro secondi. InstantX utilizza il secondo livello della rete Dash (Masternodes) per produrre un “blocco” una volta creata una transazione sulla rete. I Dash coinvolti in quella transazione sono bloccati e non possono essere “spesi di nuovo”; la rete rifiuterà qualsiasi tentativo di far transitare nuovamente i Dash bloccati.

Il client di Dash memorizza le monete nel portafoglio dell’utente, e le rende disponibili all’utilizzo immediatamente, in qualsiasi momento questi lo desideri. Avviene una fase abbastanza complicata di “anonimizzazione” della moneta dopodiché, alla fine di questa fase, le monete dell’utente vengono inviate al client in un indirizzo generato casualmente. Quando l’utente desidera effettuare una transazione, il client inoltra l’importo previsto da questi indirizzi anonimi e temporanei direttamente all’indirizzo del destinatario previsto.

Come comprare i Dash?

I Dash sono disponibili sui principali exchange mondiali:

  • Bitfinex
  • OKEx
  • Binance
  • Bittrex
  • Poloniex
  • Kraken
  • Livecoin
  • Liqui

e numero altri visualizzabili su questa pagina.

sharing-caring

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.

 

Stefano Cavalli

Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi