Trading Wiki

Cosa sono i Futures? Ecco perchè sono così importanti

Come tutti saprete, da Dicembre è possibile scambiare titoli futures basati sui bitcoin alla borsa di Chicago. Per la prima volta titoli relativi ai bitcoin vengono scambiati su un mercato ufficiale e regolato.  Per comprendere l’importanza di questo risvolto occorre avere chiaro cosa sono i futures.

Sono di fatto dei contratti che permettono agli investitori di “scommettere” sul valore di un indicatore sottostante. Esistono futures basati su quasi qualsiasi cosa, ma sono utilizzati soprattutto per “scommettere” sul valore delle materie prime.

Per esempio una compagnia aerea può scommettere che in un determinato momento nel futuro il prezzo del carburante sarà superiore a un certo livello. Se vince la sua “scommessa” riceverà un premio. Se invece la sua previsione si rivela sbagliata, la perdita sarà mitigata dal fatto che il carburante continua a costare poco. Vengono spesso utilizzati come strumento per assicurarsi contro le fluttuazioni dei prezzi delle materie prime.

 Futures e Bitcoin

futures

La decisione di permettere lo scambio di futures basati sui bitcoin è stata presa dalla US Commodities and Futures-Trading-Commission, l’ente del governo statunitense che si occupa di regolare questo tipo strumenti finanziari. La commissione ha avvertito i potenziali investitori che i futures saranno probabilmente soggetti a forti variazioni e volatilità nel loro prezzo, e quindi sono da considerare uno strumento molto rischioso.

La possibilità di scambiare futures sui bitcoin significa che sarà possibile scommettere sul loro valore. Gli investitori potranno cercare di assicurarsi contro una eventuale diminuzione nel prezzo dei bitcoin, ma potranno anche scommettere per guadagnare dalla fluttuazione del loro prezzo. Non è necessario possedere bitcoin per acquistare futures basati sul loro valore. Soltanto i futures legati al prezzo dei bitcoin saranno scambiati alla borsa di Chicago non la criptovaluta in sè.

Il Nasdaq fa il suo ingresso in scena?

Il Nasdaq, indice dei principali titoli tecnologici della borsa americana, starebbe pensando di offrire i futures di Bitcoin in un modo che nessuno degli altri mai concorrenti, CME e CBOE, ha mai utilizzato. Così ha detto martedì l’amministratore delegato di Nasdaq Adena Friedman a Cnbc durante il Forum di Davos, in Svizzera. Friedman ha confermato che il Nasdaq sta studiando i futures Bitcoin ma non ha dato per certo il lancio.

“Stiamo continuando a esaminare l’idea di un contratto futures sulle criptovalute con un partner e continuiamo a considerare la gestione del rischio in merito. Vogliamo assicurarci di mettere in atto i protocolli giusti, che ci sia una domanda adeguata, e che il contratto sia diverso da ciò che c’è già là fuori”.

Sempre di martedì la notizia che la forte domanda di criptovalute ha spinto BitFlyer, l’operatore di Tokyo di uno dei più grandi scambi di Bitcoin al mondo, ad espandersi in Europa. BitFlyer ha ottenuto una licenza di Payment Institution per operare nell’Unione Europea e lancia oggi il suo servizio.

Chiaramente il matrimonio BTC-Nasdaq potrebbe avere grosse ripercussioni sul valore della criptovaluta, in un senso e nell’altro… Cosa succederà? E’ impossibile rispondere con certezza a questa domanda. Vi terremo aggiornati.

sharing-caring

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.

Matteo Gatti

Ingegnere informatico appassionato di tecnologia e di tutto ciò che vi ruota attorno. Seguo con interesse il mondo delle criptovalute e lo sviluppo della tecnologia Blockchain. Scrivo anche di Linux su LFFL.
Follow Me:

Related Posts