Monete TRON

TRON (TRX): l’ascesa della criptovaluta multimediale cinese

Fra le criptovalute che negli ultimi mesi hanno subito un’importante ascesa in termini di valore ed una grossa attenzione mediatica non possiamo non citare TRON (TRX).

Connesso con il più potente imprenditore tecnologico della Cina (Pewo), TRON potrebbe diventare una delle criptovalute più intriganti per la corsa al trono in termini di capitalizzazione.

Proprio come Ripple, TRON ha registrato un aumento rilevante del proprio valore a partire da metà dicembre. Il mese scorso infatti, il valore della moneta era inferiore a un centesimo ma ha toccato di recente il massimo assoluto di circa 26 centesimi il 5 gennaio. Stiamo parlando di un incremento del 2500% in meno di un mese.

Questa rapida crescita è stata sufficiente a portare TRON al sesto posto su CoinMarketCap in termini di capitalizzazione di mercato. Attualmente si attesta sui 4,4 miliardi di dollari garantendosi comunque la quattordicesima posizione.

tron

Da dove è partito TRON? Un breve cenno storico

La criptovaluta nasce da un’idea di Justin Sun, un imprenditore tecnologico di 26 anni di Pechino. Dalle sue note biografiche su Twitter si può leggere che ha frequentato, all’Università di Hupan, un corso con un programma di leadership d’élite imprenditoriale in Cina. Tale corso è stato tenuto dal magnate miliardario Jack Ma, fondatore del colosso Alibaba Group.

Fondatore ed anche presidente esecutivo del conglomerato tecnologico Alibaba, Jack Ma è una delle persone più influenti in Cina e nel mondo. Nonostante quest’ultimo non sia un sostenitore esplicito di TRON, la reputazione di Sun correlata a questa vicenda ha sicuramente contribuito ad aiutarne l’ascesa.

Proprio in questi giorni la Cina sta cercando di regolamentare le criptovalute, obbligando gli investitori a dichiarare tutti i loro dati personali, obbligandoli quindi al pagamento delle imposte sui guadagni. Tuttavia, nel caso in cui la Cina decidesse di appoggiare una criptovaluta specifica, TRON potrebbe risultare la più papabile al momento.

Ma cos’è esattamente TRON, da dove viene e come è possibile acquistarlo? Vediamolo insieme.

Che cos’è TRON?

Come la maggior parte delle alternative al Bitcoin, TRON era originariamente concepito come una semplice soluzione ai suoi problemi. Ora invece ha attratto l’attenzione degli investitori desiderosi di sapere qual’è il prossimo cavallo su cui puntare.

Il Developer team ha progettato TRON come un ecosistema basato sulla blockchain di Ethereum per i contenuti digitali. Questo significa che chi crea dei media digitali, che siano audio, video, immagini e altri contenuti, e allo stesso tempo utilizza l’ecosistema TRON, avrà il controllo totale sui dati che vengono generati mediante l’utilizzo di questi media, compreso il modo in cui questi vengono distribuiti al grande pubblico.

Ciò è di fondamentale importanza per eliminare intermediari come l’Apple Store e il Google Play Store, togliendo definitamente le commissioni che queste società richiedono agli sviluppatori.

Bigbit

A tali funzionalità troviamo poi collegata l’omonima criptovaluta. Essa è già scambiata su molti exchange e, come accade con altre criptovalute, facilita le transazioni internazionali.

Tutto ciò è di particolare importanza per gli sviluppatori di contenuti digitali, ma anche per gli acquirenti che si trovano all’estero e che non sono in grado di effettuare transazioni nella valuta locale.

tron

Come posso comprare questa criptovaluta?

Come tutte le monete che da poco hanno preso posizione nel mercato globale, TRON non è disponibile su Coinbase, il più famoso exchange del mondo. Inoltre Coinbase stesso ha annunciato che non è intenzionato, almeno per il momento, ad aggiungere nuove criptovalute sulla propria piattaforma.

Circa il 90% di tutto il trading di TRX avviene su uno dei più grandi exchange di altcoins: Binance.
Le altre opzioni sono Bit-Z, Liqui e Gatecoin, che sono exchange ben più piccoli di Binance, anche se nessun altro in verità gestisce più del 5% dei volumi globali.

Ad esser sinceri, tutti e tre hanno collezionato recensioni negative da parte di utenti che lamentano lentezza nei prelievi ed un aumento inaspettato delle fees. Di conseguenza il migliore exchange rimane Binance.

Cosa ci aspettiamo da TRON nel 2018?

TRON è in balia di un mercato azionario molto turbolento: picchi e crolli come il suo sono stati all’ordine del giorno nelle ultime settimane.

Anzi, TRON, per sua natura e per come è presentata dal CEO Justin Sun potrebbe godere di una certa appetibilità per gli investitori. Quanti di noi non hanno bisogno contenuti digitali per l’intrattenimento?

TRON ha in mente un target ben preciso, ed è un target estremamente vasto. Se la sua blockchain sarà sviluppata a dovere, potrebbe diventare una delle criptovalute leader del 2018.

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.

[ VIA ]

Stefano Cavalli

Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.
Follow Me:

Related Posts

  1. Gabriele Tosi says:

    ciao

    una domanda: a giugno, se non ho capio male, tron passerà da token ether erc20 a vera e propria crypto con una propria blockchain… io ho dei Tron su Binance, secondo te devo fare qualche procedura particolare per evitare di perdere i token, oppure potrebbe essere sufficiente lasciare i token su Binance?

    grazie e complimenti per l’ottimo sito.

Rispondi