ICO

Nucleus Vision: rete intelligente per un marketing mirato

Al giorno d’oggi, pur avendo ormai applicativi mobile anche per diversi store di grandi dimensioni, manca un vero e proprio sistema per unire le funzionalità dello shopping online con quelle dei negozi fisici. Nucleus Vision, promettente startup in fase di ICO, promette di far convergere il mondo delle attività commerciali online con quello delle attività retail fisiche attraverso l’analisi dei dati dei clienti, proprio come accade sul web.

Nucleus Vision: storia e tecnologia

Fondata nel 2014 presso l’Harvard University, Nucleus è una soluzione tecnologica completa che cattura e fornisce dati precedentemente non acquisiti ai rivenditori ed ai negozi fisici attraverso una tecnologia blockchain proprietaria ed una rete di sensori in tempo reale. Attualmente la soluzione proposta da Nucleus Vision dispone di decine di sensori intelligenti distribuiti in 10 punti vendita.

Tali sensori, chiamati ION, forniscono una preziosa rete di dati utente univoci di ciascun visitatore. Questi sensori non utilizzano Wi-Fi, GPS, Bluetooth o sistemi di riconoscimento facciale. Inoltre non dipendono da alcuna App installata sullo smartphone.

Nucleus ha una visione fortemente futuristica. Proprio per questo motivo, l’obbiettivo iniziale della strategia di adozione si è concentrato proprio nel settore della vendita al dettaglio. Tuttavia, la piattaforma Nucleus può avere applicazioni in vari mercati. Essi sono la domotica, il settore dei trasporti, la sanità, la sicurezza e tanti altri.

Applicazioni commerciali

Un esempio di applicazione pratica proprio nel mondo dei negozi fisici è riportato nel video esempio di Nucleus.

Quando un cliente entra in un negozio, la rete ION identifica l’user ID univoco dell’utente e ne fornisce il profilo dati al venditore. Quest’ultimo può dunque effettuare un marketing mirato in base agli interessi emersi dai dati ed acquisti precedenti. Ovviamente tutti i dati sono mantenuti in maniera sicura sulla blockchain proprietaria di Nucleus.

I dati inoltre, possono venir elaborati in tempo reale dalla rete neurale alle spalle della tecnologia ION, consigliando al venditore prodotti specifici per l’utente. Infine, ogni volta che negoziante e consumatore entrano in un negozio affiliato a Nucleus, ricevono un piccolo bonus in token nCash, usabili poi come moneta di pagamento.

Ciò è quello che già accade nei negozi online, dove ogni utente ha un proprio ID commerciale disponibile ai vari store. Quando un utente visita un negozio online, come avrete notato, riceve spesso banner pubblicitari con i prodotti che ha precedentemente guardato o che rientrano negli interessi personali. Nucleus Vision vuole attuare la stessa cosa, anzi migliorarla, ed applicarla al mondo dei negozi fisici, in maniera tale da semplificare la vita sia ai venditori che agli utenti.

Fase di ICO e roadmap

La roadmap di Nucleus è davvero molto lunga. Parte dal lontano 2014 quando all’Harvard University prende forma l’idea. Nel 2015 inizia lo sviluppo, mentre nel 2017 debuttano i primi 10 sensori ION. Per il 2018 è prevista un’applicazione di massa dei sensori ION in India e negli USA, oltre al lancio del token proprietario nCash, da utilizzare anche come moneta per i pagamenti.

Nucleus Vision

I token Nucleus (nCash) sono di tipologia ERC20 ed operano sulla blockchain di Ethereum. Per il futuro sono previste decine e centinai di applicazioni di Nucleus da qua la 2022, con una rete di sensori costituita da un milione di ION.

Nucleus Vision

Saranno disponibili un massimo di 10 miliardi di token nCash. Essi saranno venduti durante la fase di ICO ad un prezzo di 0.01 dollari cadauno. Attualmente non è ancora stato specificato quando Nucleus avvierà la vendita vera e propria, mentre possiamo dirvi che nel pre-sale la startup ha raccolto ben 30 milioni di dollari. La soglia minima di acquisto per partecipare è di 0.1 Ethereum.

Per tutti i dettagli vi rimandiamo al Thread di Bitcointalk ed al sito Web ufficiale di Nucleus. Vi linkiamo inoltre anche il WhitePaper ed il gruppo Telegram.

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.

[ Cryptominando ]

Marco Picchi

Ingegnere Elettronico, da anni appassionato di hardware, IoT e reti. Ho scoperto Bitcoin nel 2012 per poi buttarmi sul mining casalingo l'anno successivo. Ad oggi seguo con interesse lo sviluppo di tecnologia Blockchain.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi