Exchange Tutorial

Guida all’uso di Coinbase per acquistare criptovalute

In questo primo tutorial dedicato al mondo degli exchange di criptovalute (Cos’è una criptovaluta?), vi spiegherò come utilizzare Coinbase, considerata da molti come la prima piattaforma per facilità d’uso per acquistare monete virtuali. Coinbase può essere visto da molti come un exchange di passaggio per l’ingresso in questo mondo. Su di esso infatti, potrete acquistare solamente le valute principali, quali Bitcoin, Ethereum, Litecoin e a breve anche Bitcoin Cash, partendo da valuta FIAT (Euro e Dollari). In questo tutorial approfondiremo la fase di registrazione, verifica dell’account, la compravendita e come trasferire fondi su altre piattaforme, come ad esempio Binance.

Per ulteriori dubbi o domande vi invito nel gruppo Telegram italiano dedicato a Coinbase.

Coinbase: un po’ di storia e dettagli

Coinbase è una società di scambio di beni digitali con sede a San Francisco in California e fondata nel luglio 2011 da Brian Armstrong e Fred Ehrsam. Il primo scambio è stato effettuato nell’ottobre 2012. Fornisce una piattaforma di scambio per acquistare Bitcoin (BTC), Bitcoin Cash (BCH), Ethereum (ETH), Litecoin (LTC) in 32 nazioni, Italia compresa. E’ possibile acquistare criptovalute utilizzando come metodo di pagamento le principali carte di credito su circuito Visa e MasterCard per un massimo di 750 euro a settimana. In alternativa è possibile acquistare utilizzando i classici bonifici SEPA, che vantano un limite settimanale ben più alto.

Attualmente l’exchange vanta quasi 15 milioni di utenti. Ovviamente è disponibile l’applicativo mobile, sia per smartphone Android, che iOS.

Primo passo: registrazione ed attivazione account

Come prima cosa dovrete recarvi sul sito di Coinbase, reperibile al seguente link: Clicca qui.

Registrandovi con il nostro Referral – già presente nel link -, riceverete un bonus di 10 dollari a fronte di un deposito minimo di 100 dollari.

Verrete rimandati ad una schermata di registrazione, in cui vi verranno richiesti i vostri dati. Nel dettaglio, vi verranno richiesti nome, cognome, password, email e di dichiarare che avete più di 18 anni spuntando l’apposita casella. Risolvete il captcha di verifica spuntando il quadratino a lato di “non sono un robot” e cliccate su “Registrati“.

Vi verrà dunque mandata un email per proseguire l’attivazione dell’account.

Nell’email appena arrivata, cliccate sul tasto “Verifica indirizzo email“. Verrete rimandati alla pagina web di Coinbase, in cui potrete proseguire con la registrazione.

Vi verrà ora richiesto il vostro numero di telefono per l’autenticazione a due fattori. Inseritelo e proseguite cliccando su invia codice.

Una volta ricevuto il codice per SMS, inseritelo nell’apposito riquadro e premete sul tasto “Invia“.

Fatto ciò vi ritroverete nella dashboard di Coinbase, in cui avrete sotto controllo i vostri conti, bilanci, metodi di pagamento e tanto altro.

Potrete anche modificare le informazioni del vostro profilo, aggiungendo foto, residenza e tutti i dati personali. Per farlo dovrete recarvi in alto a destra, cliccare sul vostro nome e dunque su “Impostazioni“. Alla fine delle modifiche, salvate tutto cliccando su “Salva“.

Secondo passo: aggiungere un metodo di pagamento e verificare l’identità

Per poter utilizzare tutte le funzionalità di Coinbase però, è necessario verificare la propria identità. Tale procedura di verifica vi verrà richiesta quando proverete ad acquistare monete virtuale, e dunque cercherete di aggiungere un metodo di pagamento. Vediamo insieme come effettuare tale procedura.

Per prima cosa, dirigetevi sulla voce “Acquista/vendi” e cliccate sul tasto “Aggiungi un metodo di pagamento“.

Vi apparirà una schermata in cui potrete decidere che tipo di pagamento utilizzare. La scelta ricade fra: bonifico SEPA, per grandi importi; carta di credito MasterCard o Visa, per un massimo di 750 euro a settimana. Io ho scelto la seconda opzione.

A questo punto vi verrà richiesto di verificare la vostra identità per aggiungere il metodo di pagamento.

Cliccate su “Carica ID“, vi verranno dunque mostrate le opzioni di verifica. Potrete usare tre tipi di documenti: patente di guida, carta d’identità o passaporto.

Io ho scelto patente di guida, ma la procedura è identica in entrambi i casi. Scelto il documento, vi verrà richiesto il metodo di caricamento.

Potete usare la webcam del PC da cui state scrivendo, oppure la fotocamera del vostro smartphone.

Verifica ID da smartphone

Nel caso scegliate il caricamento da smartphone, vi verrà mandato un link univoco per SMS da aprire nel web browser del telefono. Nel frattempo la pagina web rimarrà in attesa del caricamento. Mi raccomando non chiudetela!

Aprite il link ricevuto via SMS sul browser del telefono. A questo punto vi ritroverete una schermata del browser in cui dovrete selezionare le foto del vostro documento e caricarle.

Cliccate sul primo riquadro di verifica del fronte del documento. Concedete l’acceso alla fotocamera al browser se non è stato fatto in precedenza (solo Android).

Potrete scattare una foto al momento al documento, oppure, se l’avete già fatta in precedenza, sfogliare la galleria e selezionare la foto precedentemente scattata.

Ripetete la medesima operazione anche per il retro del documento. Successivamente cliccate su “Completamento verifica” e la procedura terminerà con una schermata che vi indicherà “verifica in corso”.

Verifica ID con Webcam PC

Se invece optate per il caricamento direttamente dalla webcam del vostro PC, la procedura sarà più immediata. Per prima cosa vi verrà richiesto di scattare una foto alla parte frontale del documento. Abbiate la certezza di inquadrare per bene il documento nel riquadro verde.

Cliccate su “Ok“, rimanete immobili per tre secondi, e verrà scattata la foto.

Ripetete dunque la medesima procedura con il retro del documento.

Fatto ciò, apparirà la pagina relativa alla verifica in atto.

 

Sia che scegliate la verifica da smartphone che da webcam, al termine della procedura riceverete un’email della verifica avvenuta con successo. In caso negativo invece, sarete costretti a effettuare di nuovo i passaggi sopra elencati, facendo più cura alla qualità delle foto caricate.

Terminata la fase di verifica, potrete proseguire con l’aggiunta del sistema di pagamento.

Coinbase

All’inizio vi verrà richiesto l’indirizzo di fatturazione. Completate con gli opportuni dati, ovvero indirizzo, città, codice postale e premete su “Aggiungi indirizzo di fatturazione“.

Coinbase

Se avete precedentemente selezionato il pagamento con carta di credito, vi verrà ora richiesto di inserirne i dati della carta. Alla fine cliccate su “Aggiungi carta“.

Una volta eseguita questa operazione, nella sezione Acquista troverete come metodo di pagamento la carta di credito appena inserita.

Terzo passo: acquistare e vendere monete

Passiamo ora alla parte più interessante, ovvero la compravendita di monete. Mettiamo caso che io voglia acquistare 200 euro di Ethereum. La prima cosa da fare è, una volta fatto l’accesso a Coinbase ed aver inserito il metodo di pagamento come spiegato in precedenza, recarsi nella macro sezione “Acquista/Vendi“, e successivamente in “Acquista“.

Coinbase

Selezionate dunque la moneta, cliccando sull’icona della valuta che volete acquistare. Nel mio caso ho scelto Ethereum. Dopodiché, inseriamo l’importo in Euro nel riquadro a sinistra. In questo caso ho inserito 200 euro. A destra verrano riportate le commissioni sul pagamento che tratterrà Coinbase ed il corrispettivo importo in Ethereum che ci verrà depositato. Approfondiremo l’aspetto delle commissioni più tardi. A questo punto, premiamo sul tasto “Acquista subito Ethereum: 200,00€“.

Coinbase

A questo punto vi verrà richiesta un’ulteriore richiesta di conferma dell’ordine. Cliccate su “Conferma acquisto” per procedere. Verrete dunque rimandati al sito della vostra carta di credito per confermare il pagamento.

Coinbase

Ricevuta la conferma di acquisto, sia sul sito web che per email, troverete la valuta acquistata nella sezione conti.

Coinbase

Nel caso in cui vogliate vendere una criptovaluta invece, dovrete recarvi nella macro sezione “Acquista/Vendi“, e successivamente in “Vendi“. Selezionate la valuta che volete vendere e, come visto per la fase di acquisto, inserite in basso a sinistra l’equivalente in euro della vendita, oppure a destra la quantità della valuta che volete vendere.

Coinbase

Cliccate poi su “Vendi Ethereum subito” e confermate la transazione tramite il codice ricevuto per SMS. L’equivalente in euro della vendita verrà depositato sul conto in Euro di Coinbase e sarà visibile nella sezione conti. Potrete ovviamente utilizzare i fondi in Euro per effettuare altri acquisti senza dover ricorrere ad altri depositi dalla propria carta di credito. Anche in questo caso verranno applicate delle commissioni.

Quarto passo: trasferire e depositare monete monete

Se invece volete trasferire le monete che avete acquistato su un wallet o su un altro exchange , come ad esempio Binance, oggetto del successivo tutorial, vi basterà andare nella sezione conti e selezionare la criptovaluta che volete trasferire.

Coinbase

Successivamente, cliccate sul tasto “Invia“. Nel mio caso ho usato quelle briciole di Ethereum che mi rimanevano.

Coinbase

Vi verrà ora richiesto l’indirizzoEthereum nel mio caso – a cui inviare i fondi. Ovviamente dovrete anche inserire la quantità e, opzionalmente, anche un commento personale. Cliccate su “Continua“. Vi verrà ora richiesto di inserire il codice mandato via SMS per procedere. Inseritelo nell’apposita sezione e proseguite.

Coinbase

Alla fine vi verrà confermato l’effettivo invio, che potrete vedere anche sulla vostra Dashboard. A seconda della moneta, potrebbero essere necessari pochi minuti o anche alcune ore per avere la conferma della transazione. Ovviamente ogni transazione comporta delle commissioni di rete variabili. Tutto vi verrà notificato via Email.

Se invece volessimo ricevere monete, vi basterà andare nella sezione conti e selezionare la criptovaluta che volete depositare su Coinbase.

Coinbase

Cliccate dunque su “Ricevi” e, successivamente, “Mostra indirizzo“.

Coinbase

Vi verrà dunque mostrato il vostro indirizzo – in questo caso Ethereum – a cui inviare la moneta. Potrete anche scansionare il QrCode con uno smartphone volendo. Una volta effettuato l’invio dal wallet verso Coinbase, potrebbero servire pochi minuti o anche alcune ore l’effettivo deposito su Coinbase. A deposito avvenuto, troverete le monete nella sezione Conti.

Quinto passo: prelevare i soldi sul conto Coinbase

Infine, vi spiego brevemente anche cosa dovrete fare per prelevare i frutti dell’eventuale vendita di criptovalute su Coinbase. Il primo passo consiste nell’aggiungere e verificare il vostro conto bancario facendo un deposito, anche piccolo, tramite bonifico SEPA a Coinbase. Fatto ciò, serviranno alcuni giorni per la verifica effettiva.

Coinbase

Nota bene, questa operazione non è necessaria per coloro che hanno scelto già in precedenza come metodo di pagamento i bonifici SEPA, in quanto il loro conto, se è il medesimo, è già stato verificato. 

Una volta verificato il conto, vi basterà recarvi nella sezione conti, sul portafoglio in euro, e selezionare la voce ritiro o prelievo.

Coinbase

Vi verrà richiesto dunque, su quale conto effettuare il ritiro e l’importo da ritirare. Premete su Continua ed effettuare l’ultima conferma inserendo il codice che vi verrà mandato per SMS. Il prelievo non è immediato. I tempi sono quelli del classico bonifico SEPA, dunque 4/5 giorni. Anche qui, tutto vi verrà notificato per Email.

Commissioni e spese

Come tutti gli exchange, anche Coinbase ha delle commissione sui prelievi, acquisti e vendite. I più esperti sanno che è uno degli exchange più “cari”, ma anche uno dei più veloci per acquisti al volo. Dunque per i novizi è sicuramene la scelta migliore per iniziare.

Più nel dettaglio, per un acquisto o vendita usando il conto locale, Coinbase trattiene l’1.49% della somma acquistata o venduta. Inoltre, sugli acquisti tramite carte di credito Coinbase trattiene il 3.99% della somma. Mentre per i trasferimenti tramite bonifico, in caso di deposito non avrete spese, mentre in caso di prelievo pagherete 0.15 euro.

Coinbase

Vi è poi un valore minimo e massimo sulle commissioni. Il minimo ammonta a 1 euro, mentre il massimo a 50 euro.

 

In conclusione, spero di essere stato chiaro e non mi resta che augurarvi un buon acquisto ed uso di Coinbase. A giorni arriverà anche un tutorial approfondito per l’uso di Binance, per l’acquisto delle criptovalute alternative. Per eventuali dubbi o domande, lasciate un commento o chiedete aiuto sul gruppo Telegram Coinbase Italia.

Investite solo ciò che siete disposti a perdere…

 

sharing-caring

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.

Marco Picchi

Ingegnere nel settore delle telecomunicazioni, da anni appassionato di hardware, IoT e reti. Ho scoperto Bitcoin nel 2012 per poi buttarmi sul mining casalingo l'anno successivo. Ad oggi seguo con interesse lo sviluppo di tecnologia Blockchain ed eventuali applicazioni per il mondo dell'Internet of Things.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.